La nostra consueta vacanza con il Relax
volge ORA all’insegna di una SOSTA INTERIORE 

slovenia BANNER aprile 2016.001

Week end dedicato a tutti
ed in particlare a chi desidera …….

- una sosta ottimale nonché alternativa per prendersi cura di se a 360°
(corpo – mente – spirito)

– un momento per ricaricarsi
– uno spazio intimo o condiviso in totale libertà
– un gruppo di amici speciale, positivo, solare e divertente
– scoprire una nuova dimensione
– liberarsi dallo stress e dalle preoccupazioni quotidiane
– piacevoli attività rigenerative alla portata di tutti
– divertimento, semplicità, relax e leggerezza

Segue Programma

 il GRUPPO è a numero chiuso:  *occhio alle offerte rispetto alla data della prenotazione*

 

hotel-balnea-terme-dolenjske-toplice-dolenjske-toplice-48047_clientHome
Località: 
Slovenia – TERME KRKA           

HotelBalnea01_big

Struttura: Hotel Balnea ****superior – Dolenjske Toplice (Uno dei sette migliori Wellness Hotel d’Europa. Arredamento esclusivo. Materiali naturali. Corridoio panoramico in vetro per raggiungere il centro benessere Balnea. Atmosfera intima.)

Periodo:  dal 22 al 25 Aprile 2016 ( 4gg/ 3 notti)

 

  • SERVIZI COMPRESI nel pacchetto:
  • sistemazione nell’ Hotel Balnea****S
  • 3 mezza pensione (cena, pernottamento e colazione)
  • accappatoio in camera
  • accesso alle piscine termali per Terme Dolenjske Toplice
  • accesso illimitato alle saune
  • utilizzo illimitato della Palestra Panorama
  • accesso internet wifi
  • ogni giorno acqua aerobica e idroginnastica
  • camminata Nordica (sabato mattina)
  • bagno notturno venerdì e sabato fino alle ore 23.00
  • meditazione 1Attività alternative, proposte dall’Organizzazione
    a cura di Monica Nicoletti e Fulvio Tango
    consigliate e assolutamente facoltative
    <per queste attività si suggerisce l’uso di tappetino e plaid
    o cuscino e abbigliamento comodo>
    (scarica qui il Programma completo)

____________________________________________

  •   SUPPLEMENTI non conteggiati nella quota:

- camera singola: 15,00 EUR/ giorno
- bevande ai pasti
- per l’occasione sono previsti trattamenti individuali di rilassamento in acqua 22,00€ (30′) su prenotazione
- Massaggi e bellezza a scelta: massaggi classici, tailandesi e hawaiani, riflessoterapia, aromaterapia, massaggi al miele, alle erbe… c’è solo l’imbarazzo della scelta!
- tassa turistica: 1,27 EUR/ giorno
- viaggio di andata/ritorno a proprio carico (stimate in €25/30,00 per persona A/R per chi parte da Venezia)

____________________________________________

QUOTA PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA:  

–> €. 209,00  entro il 5 marzo 2016
          –> € 219,00  entro il 15 marzo 2016
                    –> € 229,00  entro il 5 Aprile 2016

Posti limitati, fino ad esaurimento camere disponibili in Hotel

____________________________________________

 

Come aderire   L’adesione all’iniziativa viene confermata con il versamento di una caparra di €. 50,00 che puoi agevolmente regolarizzare seguendo le istruzioni che ti invieremo al tuo indirizzo email, mentre il saldo potrà essere versato al momento dell’arrivo in loco. 

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partire. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La partecipazione si riterrà confermata solo all'avvenuto versamento della quota a titolo di caparra di €.50,00

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff de ilfilodimaggy.it

 

 aforisma amicizia

Decidi di Esserci!!!

____________________________________________

INFO e PRENOTAZIONI: telefono 340.7969041  e-mail: goocity.sg@gmail.com

In questo Video ( TERME TOPLICE ) puoi vedere alcune immagini della struttura

La mappa qui

invitare-amici-facebook

apr
23

La coppia “Sacra”

By · Comments (0)

tantra-8Quando la nostra esistenza viene conscrata al “servizio”, anche il nostro modo di intendere il rapporto di coppia subisce una radicale trasformazione.

Il rapporto di sempre fra due persone è argomento decisamente vasto che meriterebbe una trattazione a parte. L’alchimista, maschio o femmina che sia, cerca nel partner un “compagnio di Via” che , oltre a suscitare in lui l’impeto amoroso, sia un valido collaboratore nella realizzazione dell’obbiettivo che entrambi decidono di attuare. Che sia nel campo dell’arte, della guarigione o dell’insegnamento, così come in ogni altra sfera dell’attività umana, i due devono potersi sospingere a vicenda verso l’ottenimento di sempre più elevati propositi.

La vecchia idea di coppia,dove i due elementi si mantenevano pressochè isolati dall’ambiente esteno, limitando a vicenda le loro attività a causa di gelosie e insicurezze, deve scomparire dal nostro campo visivo.

Innanzitutto, l’amore in sé non provoca MAI sofferenza. Se stiamo soffrendo è perchè oltre ad amare l’altra persona, vogliamo anche possederla. Nella misura in cui tentiamo di possedere un essere umano, soffriamo quando questo dedice di andarsene. E’ una legge di natura!

E’ imperativo spiegare alle nuove generazioni che è possibile amare qualcuno pur senza possederlo, evitando così l’inutile sofferenza dovuta a un suo eventuale allontanamento.

Fin da giovane età veniamo abituati ad associare l’amore al senso del possesso…così come a tutti i suoi derivati: la gelosia, la paura dell’abbandono, la rabbia per il tradimento, il desiderio di vendetta. Al nostro interno avviene allora una spaccatura: una parte di noi vorrebbe abbandonarsi all’amore, un’altra invece resiste, perchè ha paura della sofferenza. Siamo vittime di un gigantesco esperimento di schizofrenia applicata!

Associare l’amore a queste manifestazioni negative è deleterio, perchè in tal modo confondiamo un’emozione superiore, un sentimento sublime proveniente dall’anima, con le “escrezioni” della macchina biologica, impegnata a monopolizzare e difendere il partner ripoduttivo.

Non è vero che soffriamo perchè non siamo amati dagli altri, bensì perchè NOI non amiamo abbastanza. Questo significa che manifestiamo ancora delle difficoltà ad amare l’altra persona per quello che è, senza aspettarci alcun particolare comportamento da lei. Non vogliamo capire che l’amore va dato gratuitamente, evitando di PRETENDERE qualsiasi cosa in cambio. Non possiamo costringere qualcuno a ricambiare il nostro amore o a restare con noi tutta la vita.

L’Amore non mendica l’amore dagli altri, in quanto basta a se stesso. Se è vero amore non cerca l’amore all’esterno.

Paradossalmente, proprio quando l’amore è disinteressato, incondizionato, libero…il rapporto di coppia diviene stabile e duraturo. Quando invece lo fondiamo sul senso del possesso, il rapporto è sempre in pericolo, pervaso di ansia e insicurezza.

Non dobbiamo confondere l’assenza di possesso con il disinteresse verso il partner; così come il concetto di “libertà” all’interno della coppia non implica comportamenti sessuali dissoluti. Non è certo attraverso la poligamia, o facendo sesso con un gran numero di partner, che dimostriamo di saper condurre un rapporto di coppia basato sull’amore incondizionato!!

Troppo spesso equipariamo il percorso di ricerca della “liberta’” condotto in coppia alla visione distorta di “coppia aperta” diffusasi in occidente tra gli anni sessanta e settanta. La ricerca della libertà interiore e il “servizio” svolto in coppia sono gli aspetti più importanti di un sano lavoro di crescita a due. La “coppia aperta” rappresenta invece una giustificazione per la nostra paura di metterci in gioco in un rapporto troppo coinvolgente, oppure una scusa per dare libero sfogo ai nostri desideri sessuali.

La coppia è SACRA!!

Il concedersi a un solo partner è un atteggiamento SACRO!

Ma si accede a tale sacralità solo dopo che ogni istinto di gelosia e possesso è stato sradicato. Gelosia e senso del possesso NON FANNO PARTE DELL’AMORE.

In Alchimia esiste il concetto di “operazione a due vasi”, dove i due “vasi” indicano gli elementi della coppia. Si tratta di una “fusione alchemica” nella quale il maschio, simboleggiato dal Sole e dall’Oro e  la femmina, simboleggiata dalla Luna e dall’Argento, trovano l’unione perfetta, sia sul piano psicofisico che su quello animico. Perchè tale fusione riesca è necessario che i due si amino di un amore profondo ma incondizionato, passionale ma senza attaccamenti e  che procedano abbracciati nel perseguimento di un obbiettivo che li sovrasta entrambi.

Nella misura in cui permangono la paura di perdere il partner e il bisogno di avere qualcuno al proprio fianco per ottenere felicità, cioè in altre parole, nella misura in cui siamo ancora identificati con la personalità, non è possibile una completa FUSIONE FRA LE ANIME.

Quando ci “sposiamo” animicamente con qualcuno, quando cioè l’irresistibile espansione del nostro Cuore alla presenza dell’amato ci porta ad accogliere, e finalmente a conoscere la sua anima, allora diveniamo lui.

Se l’”operazione a due vasi” è riuscita, fra i due Cuori si stabilisce un contatto stabile lungo tutta la giornata.

“Perchè l’amore è una virtù che trasforma l’amante nell’amato”  G. Franciscus

Dal libro “OFFICINA ALKEMICA” di Salvatore Brizzi ediz. Anima
fonte: http://meravigliadimeraviglie.altervista.org/la-coppia-sacra-s-brizzi/

Officina Alkemica
L’Alchimia come Via per la Felicità Incondizionata

Voto medio su 32 recensioni: Da non perdere


apr
19

Concediti e Dona una Coccola

By · Comments (0)
Associazione Noiinsieme e ilfilodimaggy ti invitano con l'amicizia ed il relax

Associazione Noiinsieme e ilfilodimaggy ti invitano all’appuntamento con l’amicizia, il benessere ed il relax

Rilassamento in Acqua a coppie

 

il massimo relax
per il corpo e la mente

 

Venerdì 8 maggio 2015 
dalle ore 19.00 alle ore 22.00

Presso Terme PETRARCA
MONTEGROTTO TERME (PD)
– Trainer: Sonia Guerra

 

L’invito è rivolto a persone di qualsiasi età che vogliono sperimentare i benefici dell’acqua termale e della dedizione che l’amico o amica viene a donarci con il supporto di una trainer ricercatrice e praticante tecniche di rilassamento alternative. Tutto questo ci porta il massimo benessere, ci mette in contatto con uno stato di rilassamento muscolare e mentale tale da riuscire a mantenerlo anche fuori dall’acqua, nei giorni successivi.
Puoi partecipare con il tuo Partner.

Sei senza Partner? Non ti preoccupare, potrai trovare, all’interno del gruppo, il compagno del benessere pronto a dedicarsi a te con il massimo rispetto.

**Entrambi vi scambierete il meritato momento di relax**

__________________________________________________________________________________________

Per info e adesioni contattare Maurizio Marchiori all’indirizzo
aries09@libero.it o al numero 0039 333 2590091 oppure 

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partecipare al gruppo di Rilassamento in Acqua nella data sopra indicata. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione.

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
www.ilfilodimaggy.it


Puoi prenotare anche il tuo trattamento individuale di Rilassamento in acqua con la trainer tra le 16.00 e le 19.00 dello stesso venerdì 19 dicembre (saranno possibili solo 3 trattamenti di 45′ ciascuno)

Quota di partecipazione in gruppo dalle 19:00 alle 22:00 € 25,00 a persona
Quota per il trattamento individuale di 45′ in orario da concordare tra le 16:00 e le 19:00 € 35,00

Per trattamenti individuali su richiesta e programmati in altre date da concordare con la trainer inviare una mail a sg.maggy@gmail.com

Conceditelo!!!

Il tuo corpo e la tua mente ti ringrazieranno

 

ahhh… dimenticavo!

Sentiti libero di condividere questa iniziativa con amici e conoscenti, ricorda che il gruppo è a numero chiuso pertanto effettua la tua prenotazione quanto prima

Il tuo feed back è importante per migliorare: Dopo aver partecipato e provato questa esperienza con noi, sarebbe davvero bello che tu lasciassi il tuo commento ed il tuo feed back sulla sezione commenti ai piedi del post.

feb
18

I 5 Segreti del tuo Codice PIN

By · Comments (0)
L’Ass. YOGALIBERATUTTI ti invita all’appuntamento con

numerologiajpg

Serata di
NUMEROLOGIA

Venerdì 20 febbraio 2015
ore 21:00 – 23:00 circa

Campodarsego – PADOVA

contributo libero

 

perchè partecipare alla Serata:

  • Per conoscere cosa ci riserva la vita, scritta dentro la nostra data di nascita
  • Per riconoscere i nostri talenti e le sfide che ci aspettano
  • Per saper scegliere grazie ad una conoscenza più profonda di noi stessi
  • Per conoscere il nostro Codice PIN
  • Perchè ci sono numeri che si rincorrono di giorno o di notte nei nostri sogni ricorrenti
  • Date,  orari, estrazioni, civici…. ma sono proprio delle coincidenze?
  • E se i numeri che ci appaiono in continuazione fossero dei messaggi in codice?

 

Vediamo di capirci un pò di più scendendo nel profondo significato dei numeri.

Tutto l’Universo funziona in base a dei codici numerici ed esiste da miliardi di anni proprio perché essi non sbagliano mai.
L’Universo stesso è soggetto a calcoli numerici “Yantra” e il suo nome “Mantra” risuona continuamente senza fermarsi.
Anche noi siamo come un Micro Universo che tende sempre a funzionare senza sbagliare. Ma falliamo quando copiamo da altri anziché seguire la nostra formula. Si dovrebbe scegliere un giusto nome (Mantra) a seconda dei nostri numeri (Yantra) e continuamente essere consapevoli come una meditazione.

Il successo è seguire la nostra formula, non imitare qualcosa all’esterno di noi, così si evita di sbagliare. I Numeri servono per misurare il tempo e le lettere per misurare l’energia. Il tempo corrisponde alla situazione e l’energia corrisponde alla sensazione. Situazione e sensazione sono importanti. Noi dobbiamo ascoltare e rispettare le nostre sensazioni che nascono spontaneamente. Non si devono ascoltare le sensazioni create stimolando artificialmente i sensi.

La numerologia non serve per sapere la propria fortuna nella vita, ma per vivere bene, pensare saggiamente, per il benessere, per non ammalarsi. La numerologia è una delle strade per affrontare gli eventi del destino ed evitare i fallimenti.

“I NUMERI E LE LETTERE SONO COME GLI OCCHI”

 

Serata a contributo libero di

NUMEROLOGIA
ore 21:00 – 23:00

Venerdì 20 febbraio 2015 - Campodarsego – PADOVA 

c/o Palestra PALABOSCO – Via Bosco I° n.16

 

Serata promossa dall’Ass. Yogaliberatutti

Info e prenotazioni: +39 340 7969041 – mail: goocity.sg@gmail.com

Al sito www.yogaliberatutti.it troverai gli incontri dell’associazione fino a giugno.
le stagioni del corpo, alimentazione, astrologia, pratica di yoga, mandala e spazzolatura …
tutto il calendario completo e aggiornato!

Associazione Culturale

A GRANDE RICHIESTA

banner san valentino week end salsa  2015 640x311

Week end dedicato a tutti gli amanti della SALSA.  Possiamo godere di tutti i servizi della struttura termale durante il giorno, dedicandoci al relax, prima e dopo le fantastiche serate di ballo e divertimento in chiave SALSA by BETO-DJ e su SALSA SIN TRUCO (Cuba – Portorico – Bachata – Kizomba) che ci accompagna fino a notte inoltrata nelle serate di Venerdì e Sabato in questo week end romantico di San Valentino.

 

Accoppiati e Singles… festeggiamo a ritmo

Loca Vida with Love & Enjoy

COMES WITH US

 

hotel-balnea-terme-dolenjske-toplice-dolenjske-toplice-48047_clientHome
Località: 
Slovenia           

HotelBalnea01_big

Struttura: Hotel Balnea ****superior – Dolenjske Toplice (Arredamento esclusivo. Materiali naturali. Corridoio panoramico in vetro per raggiungere il centro benessere Balnea. Atmosfera intima.)

Periodo:     13-14-15 febbraio 2015 ( 3gg/ 2 notti)

 

  • SERVIZI COMPRESI nel pacchetto:
  • sistemazione nell’ Hotel Balnea****S
  • 2 mezza pensione (cena, pernottamento e colazione)
  • accappatoio in camera
  • accesso alle piscine termali per Terme Dolenjske Toplice
  • accesso illimitato alle saune
  • ogni giorno acqua aerobica e idroginnastica
  • camminata Nordica
  • bagno notturno il venerdì  fino alle 23:00
  • UDITE! ….. UDITE!
    BETOdj 
  • programma d’animazione e serate
    a ritmo salsa con BETO-DJ e su SALSA SIN TRUCO
    (CUBA – PORTORICO – BACHATA – KIZOMBA)
    SABATO SERA: GRANDE ESTRAZIONE A PREMI

____________________________________________

  •   SUPPLEMENTI non conteggiati nella quota:

- camera singola: 13,00 EUR/ giorno

- pensione completa: 10,00 EUR/ giorno (pranzo)

- bevande ai pasti ¼ vino ½ acqua euro 5,00

- trattamenti individuali di rilrilassamento in acqua con la trainer 22,00€ (40′)

- tassa turistica: 1,01 EUR/ giorno

- viaggio di andata/ritorno a proprio carico (stimate in €35,00 per persona A/R per chi parte da Venezia)

____________________________________________

QUOTA PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA:

€. 156,00 ENTRO IL 20 gennaio 2015
        €. 166,00 ENTRO IL 30 gennaio 2015
                €. 176,00 ENTRO IL 6 febbraio 2015

Posti limitati, fino ad esaurimento camere disponibili in Hotel.

____________________________________________

 

Come aderire   L’adesione all’iniziativa viene confermata con il versamento di una caparra di €. 70,00 che puoi agevolmente regolarizzare seguendo le istruzioni che ti invieremo al tuo indirizzo email, mentre il saldo potrà essere versato al momento dell’arrivo in loco. 

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partire. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La partecipazione si riterrà confermata solo all'avvenuto versamento della quota a titolo di caparra di €.70,00

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff di San Valentino WEEK end SALSA - SLOVENIA

 

 

AFFRETTATI!!! – Sarebbe un dispiacere per noi
doverti lasciare a casa al RAGGIUNGIMENTO DEL LIMITE di posti disponibili

e ricorda

 

San Valentino ti conquista al gusto di

Loca Vida with Love & Enjoy

COMES WITH US

 

INFO e PRENOTAZIONI: telefono 340.7969041  e-mail: goocity.sg@gmail.com

In questo Video ( TERME TOPLICE ) puoi vedere alcune immagini della struttura

La mappa qui

invitare-amici-facebook

dic
09

Incentrato su il Sé

By · Comments (1)

Seminario sul tema:

IL MODO DI ESSERE
INCENTRATO SU IL SE’

VE N E R D Ì 12 DI C E MB RE 2014

dalle 19,00 – alle 21,30

 Zelarino-Mestre  (VE)

INGRESSO LIBERO

Capire il modo in cui la fonte delle nostre emozioni influenzano le nostre relazioni è un rimedio efficace per trovare noi stessi e scoprire un nuovo modo di vivere la vita. Se siamo noi a produrre queste emozioni, allora abbiamo il potere di eliminarle. Per farlo, dobbiamo comprendere meglio che parte abbiamo in questo processo.

 

IL SENSO DI CIO’
CHE E’ GIUSTO

Spesso chiamiamo il nostro senso del giusto o sbagliato nei nostri rapporti con gli altri “ coscienza”, sebbene quel nome non descriva ciò che realmente proviamo relazionandoci con gli altri.
Il significato che diamo in genere a queste parole è legato a certe regole di comportamento che abbiamo appreso, molte nell’infanzia e alcune tramite le nostre associazioni sociali e professionali da adulti.
Tali regole esprimono il comportamento sociale che il gruppo sociale di appartenenza si aspetta l’uno per l’altro. Ma a queste regole ci si può conformare in modo ipocrita magari per convenienza personale. Infatti, le regole ci dicono cosa fare, non le ragioni per le quali dovremmo farlo.

TRADIRE SE STESSI

Il fatto che tradire se stessi sia considerato un modo ordinario e comune tra le persone, potrebbe in un primo momento far pensare
che ciò sia assolutamente normale e, nel vasto schema delle cose, relativamente innocuo. In realtà, esso porta delle conseguenze devastanti.

Non possiamo tradire noi stessi senza mettere in moto tutta una serie di disturbi emotivi che ci allontanano dall’ essere felici.
Tutti capiamo cosa significa vivere una bugia, tuttavia se ci viene chiesto non sappiamo ricordare quando questo sia avvenuto.
L’abitudine a tradire noi stessi ci impedisce di vedere e ricordare quando lo facciamo.

BIASIMARE LE EMOZIONI

Coloro che tradiscono se stessi ribaltano su qualcun altro le proprie responsabilità.
Le autogiustificazioni richiedono l’utilizzo di emozioni negative.
Senza tali emozioni non è possibile convincere se stessi che qualcuno si stia approfittando di noi.
Queste emozioni e atteggiamenti hanno in comune alcuni elementi d’accusa.
La lista non contiene atteggiamenti ed emozioni che uniscono ma solo ciò che divide.
Essa non include alcun riferimento all’amore, alla gioia, alla generosità, alla considerazione, alla simpatia o alla gentilezza.
Non si riferisce neppure ad emozioni e atteggiamenti empatici e amorevoli.

 

IL CASTIGO DELLE
RESPONSABILITA’

Spesso quando diciamo di assumerci tutta la colpa, ci sentiamo migliori degli altri perché ci carichiamo di un castigo che chiamiamo “senso di responsabilità”. Noi ci illudiamo che pagare il pedaggio del castigo, ci faccia correre liberi sull’ autostrada
dell’innocenza, mentre in realtà stiamo spesso nutrendo il nostro senso del SE’, senza rispetto né amore per l’altro che riduciamo
ad una semplice marionetta manipolabile a nostro uso e consumo.
La soluzione non è il castigo ma il risveglio. Nessun castigo può renderci innocenti! E chi si muove con un fardello di colpa non risolta, vive in un mondo di paura, di rimorsi e di frustrazione.

Dove:
c/o Sala delle Conferenze Chiesa di Gesù Cristo dei
Santi degli Ultimi Giorni
Via Castellana, 124/C - 30174 Zelarino (VE)
Tel. 041/908181

Quando:
VE N E R D Ì 12 DI C E MB RE
IN I ZI O 19,00 - TE RM I NE 21,30

Docente: Andrea Frittajon

INGRESSO LIBERO

dic
02

Gestire la propria Rabbia

By · Comments (0)

L’IMPORTANZA DI GESTIRE LA PROPRIA RABBIA

rabbia-partner

Che cos’è la rabbia?
La possiamo considerare come una delle emozioni più forti che riusciamo a provare, oltre alla gioia e al dolore.
Può esserci utile in alcuni casi e dannosa in altri.
Si rivela utile nei casi in cui ci protegge da pericoli e possibili danni che potremmo subire; in questi casi la possiamo ritenere un’emozione utile e fisiologica.

In altri casi invece, essa può rivelarsi molto dannosa e procurarci gravi conseguenze.
La rabbia è una reazione che spesso scaturisce da stati di frustrazione, di costrizione, di percezione di una sorta di ingiustizia.
In realtà tutti la proviamo, chi più chi meno, anche se sembra che ci siano persone che non si arrabbiano mai ed altre che scattano subite anche per futili motivi.
Una rabbia è considerata sana quando viene in aiuto alla nostra sopravvivenza e ci protegge da possibili conseguenze dannose; mentre è considerata distorta quando da questa scaturiscono reazioni incontrollabili e comportamenti eccessivi ovvero aggressivi e addirittura violenti.

COSA SUCCEDE 
QUANDO NON RIUSCIAMO A CONTROLLARE LA RABBIA?

anger-oggi-mordo

  1. La RABBIA SI RIPERCUOTE sulla nostra salute:
    Quando proviamo un eccessiva emozione di rabbia, accusiamo vari disturbi psicosomatici, il nostro corpo infatti subisce l’influenza di questa forte emozione e va a trasformare il nostro sistema nervoso, il sistema immunitario e il sistema endocrino.
  2. I comportamenti che mettiamo in atto, procurano spesso sofferenza anche alle persone che ci stanno vicino, oltre che a noi stessi. Rischiamo di compromettere i nostri legami e le nostre relazioni.
  3. Rischiamo di perdere la lucidità mentale e quindi non essere più in grado di ponderare la situazione e di scegliere consapevolmente come comportarci e come reagire.

In questa situazione perdiamo molta energia, ci sottoponiamo ad un tale stress che riduce la nostra concentrazione e le nostre potenzialità. Ne và altresì del nostro equilibrio interiore e iniziamo a vederci minacciati da qualsiasi direzione; vediamo per così dire “tutto nero” e rischiamo di divenire vittime di noi stessi e della nostra incapacità di gestire questa forte emozione, quale la RABBIA.

COSA POSSIAMO FARE PER GESTIRE LA RABBIA?

Come si diceva nel nostro primo incontro di MISTERO DONNA,
ASCOLTO e  ATTENZIONE  in assenza di giudizio sono alla base anche dell’argomento ora in questione.
Sarebbe inutile negarla o fare finta di non provarla, bensì è fondamentale ascoltarla, ascoltarsi e cercare di comprendere qual è lo stato d’animo in quel preciso momento.

In cosa ci sentiamo colpiti particolarmente?
Cosa avremmo voluto?
Osservando oggettivamente la situazione, il nostro comportamento, la nostra reazione, ci appaiono opportuni e adeguati alla stessa oppure spropositati?

Porci queste domande, invece di lasciarci prendere la mano da pensieri e parole a ruota libera, ci permette di rimanere più lucidi ed in grado di trasformare questa emozione in qualcosa di costruttivo.

Approfondiremo questo argomento al prossimo incontro di

Mistero Donna

Domenica    7  Dicembre 2014 –  h.16.30-18.30

Ultimo Incontro Mistero Uomo–Mistero Donna:
Domenica 11 Gennaio 2015 (uomini/donne) h.16.30-18.30

Dove: 
Presso Sala incontri riservata c/o Ristorante/Pizzeria Il Mattone
Via Cacace, 6 – Maerne di Martellago (VE)

Contributo complessivo  € 30,00

 


Per info e iscrizioni compila il seguente modulo o contatta Maurizio allo  039 333 2590091

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per comunicare l’intenzione a partecipare agli incontri nelle date indicate. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La quota di partecipazione potrà essere versata direttamente all'incontro.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff di www.ilfilodimaggy.it


Tutti i dettagli del percorso Mistero Donna – Mistero Uomo a questa pagina

Trovi interessante questo argomento?
Condividi con noi i tuoi pensieri sullo stesso, lasciaci il tuo commento qui di seguito

dic
02

Epifania alle Terme

By · Comments (0)

promuovono iniziative e viaggi a scopo amicizia

e Ti invitano 

terme1a

In questo Video ( TERME TOPLICE ) puoi vedere alcune immagini della struttura

Durante il soggiorno potrai fare esperienza di relax e benessere individuale e di gruppo, nei tempi e modi in cui vorrai; per questo è adatto sia alle coppie che ai singles 

hotel-balnea-terme-dolenjske-toplice-dolenjske-toplice-48047_clientHome
Località: 
Slovenia           

HotelBalnea01_big

Struttura: Hotel Balnea ****superior – Dolenjske Toplice (Arredamento esclusivo. Materiali naturali. Corridoio panoramico in vetro per raggiungere il centro benessere Balnea. Atmosfera intima.)

Periodo:     dal 3 al 6 gennaio 2015 ( 4gg/ 3 notti)

Quota    €. 199 ( per persona in camera doppia)

  • Servizi compresi nel pacchetto:
  • sistemazione nell’ Hotel Balnea****S
  • 3 mezza pensione
  • accappatoio in camera
  • accesso alle piscine termali per Terme Dolenjske Toplice
  • accesso illimitato alle saune
  • ogni giorno acqua aerobica e idroginnastica
  • camminata Nordica
  • bagno notturno al venerdì e sabato  fino alle 23:00
  • programma d’animazione
____________________________________________
  •   Supplementi non conteggiati nella quota:

- camera singola: 13,00 EUR/ giorno

- pensione completa: 10,00 EUR/ giorno

- bevande ai pasti ¼ vino ½ acqua euro 5

- tassa turistica: 1,01 EUR/ giorno

- viaggio di andata/ritorno a proprio carico (stimate in €35,00 per persona A/R)

 

Quota    €. 199 ( per persona in camera doppia)

Come aderire   L’adesione all’iniziativa viene confermata con il versamento di una caparra di €. 70,00 che puoi agevolmente regolarizzare seguendo le istruzioni che ti invieremo al tuo indirizzo email, mentre il saldo potrà essere versato al momento della partenza. 

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partire. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La partecipazione si riterrà confermata solo all'avvenuto versamento della quota a titolo di caparra di €.70,00

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff di San Valentino WEEK end SALSA - SLOVENIA

Vuoi collaborare con noi? Una super novità per te:maggi 12
per info sul trattamento del coupon scrivi a sg.maggy@gmail.com

 

Affrettati!!! – Il gruppo è a numero chiuso.

Info e prenotazioni: telefono 340.7969041  e-mail: sg.maggy@gmail.com

 

La mappa qui

nov
12

Mistero Donna: il grande dono

By · Comments (3)

L’Essere Donna è un universo così intenso, profondo e ha in sé un energia, per così dire, abbagliante.
Quest’energia è spesso sopita, dimenticata, nemmeno presa in considerazione dalla donna per prima.
Ritrovare questa forza, che ci sostiene, tornare ad essere consapevoli di chi siamo e delle qualità che possediamo è come ritrovare un tesoro sacro e prezioso, sperduto tra le varie tappe degli anni e dei secoli.

Questa forza potente, naturale, che ogni donna nasconde in sé è composta di passione, creatività, istinto e sapere innato.
Proviamo a capire come siamo oggi, l’abbiamo ancora o l’abbiamo persa la sensibilità nelle “antenne” potentissime che teniamo in un angolo, inutilizzate, dentro di noi? Senza utilizzare queste “antenne”, questo naturale istinto e intuito, questa semplice e immediata chiarezza, siamo portate a vederci come “vittime sacrificali” in molte situazioni.

La Donna, nei secoli, ha perso la consapevolezza del proprio potere personale, della sua grande generosità spirituale. Spesso si è vista travolta e piegata alle necessità altrui, oppure costretta a compiacere piuttosto che a crescere ed evolversi. Eppure, nonostante tutto, sentiamo che, nel profondo, c’è quella parte sana di noi, quell’intuito e quell’istinto di sopravvivenza che ci portano a fare grandi cose. Questo è il potente motore che ci può allontanare dalla scarsa autostima, dai frequenti e ripetuti errori e dai momenti di depressione.

La Donna si sente spesso così:

  • Stanca, confusa, ingabbiata, apatica, fragile, senza ispirazione e determinazione
  • Impaurita, debole, impotente, bloccata, timorosa, in cerca di sicurezze,

Possiamo racchiudere tutti questi sentimenti e stati emotivi in un unico grande stato emozionale: LA PAURA.
Questa paura che ci blocca e ci rende stanche, confuse e via di seguito come abbiamo appena descritto.
La paura di mostrarci per come siamo, quindi la paura del giudizio, paura di fallire, di sentirci inadeguate, impotenti, la paura di non avere la forza per affrontare gli eventi, i cambiamenti….

Emozioni e sentimenti derivati da retaggi familiari, culturali e sociali di secoli che, nel tempo, hanno infettato il nostro sistema interno che io chiamo “centralina” vedendoci vittime dei nostri stessi atteggiamenti e separate dalla nostra natura primitiva. Tutto questo, in verità, vale anche per l’uomo.

Il modo più naturale per riprendere le redini della propria esistenza è proprio quello di far riemergere la forza della propria natura primordiale e arcaica, quella istintiva; di alzare le famose “antenne”, maturando quella percezione interiore che ci fa scorgere ogni piccola sfumatura.
Ecco che iniziamo ad accettare quella parte di noi che ci sembra “inadatta” o “arrogante” o “ribelle” o cos’altro, e a comprendere che quella selvaggia e primordiale è la parte creativa della Donna e, in nessun modo, possiamo o dobbiamo soffocare.
Evitiamo di annullare la nostra forza castrandoci per il quieto vivere, per adeguarci o perché pensiamo che “non stia bene”.
Noi Donne siamo creatrici, diamo la vita, nutriamo, cresciamo, proteggiamo …

Come fare dunque, per recuperare quella forza creativa che ci fa respirare in modo semplice e naturale nel flusso dell’esistanza?
Ci troviamo il 30 Novembre ed insieme vediamo come si può:

Per ulteriori info, clicca sull'immagine

Per ulteriori info, clicca sull’immagine

Per info e iscrizioni compila il seguente modulo o contatta Maurizio allo  039 333 2590091

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per comunicare l’intenzione a partecipare agli incontri nelle date indicate. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La quota di partecipazione potrà essere versata direttamente all'incontro.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff di www.ilfilodimaggy.it

Ti ricordo che il termine ultimo per le adesioni stà per scadere, affrettati!!!

ott
14

Mistero Donna – Mistero Uomo

By · Comments (3)

   - Mistero Donna –                                                              - Mistero Uomo -

araba

uomo2

 

 

 


Premessa:   Nella vita, chi prima chi dopo, l’uomo e la donna, arrivano al punto in cui sentono la necessità di fare un bilancio e spesso si imbattono in uno stato di confusione, con mille domande e da qui?………che fare?

Vediamo di fare un pò di chiarezza

Gli incontri che andiamo a proporre hanno l’ambizioso intento di aumentare la consapevolezza di quello che sentiamo, di quello che proviamo e di come lo manifestiamo.

Si prevedono due incontri di gruppo strutturati per sole donne ed un terzo incontro di gruppo per uomini e donne. Durante questi incontri poniamo le basi affinchè: Io Uomo – Io Donna,

  • mi osservo senza giudicarmi e partendo da questo
  • comprendo come mi sto muovendo ora nella vita e
  • come posso migliorare il mio approccio a situazioni e relazioni.
  • come mi atteggio con il corpo, con la mente e con le parole
  • quali risorse interiori possiedo e non utilizzo
  • quali sono le chiavi per aprire le porte ad una vita
    • Autentica, originale, tutt’altro che costruita o lontana dal mio essere reale,
    • All’insegna di relazioni piacevoli e costruttive
    • Realizzata in ogni suo aspetto e tanto altro ancora…

 

Cosa faremo?


Esperienza diretta, attraverso il corpo, mediante gesti e movimenti che ti rendono consapevole e che mettendoti in connessione con la tua mente, svilupperanno stimoli nuovi che ti danno la risposta alle mille domande lasciando spazio a nuove soluzioni ed eliminando via via la confusione contribuendo ad ottenendo Risultati Positivi nei vari aspetti della tua vita:

 - lavoro – denaro – famiglia – relazioni – salute

 

Alla scoperta della naturalezza del mio essere 

per ottenere Risultati Positivi


Accade comunemente di sentirsi inadeguati, di avere qualcosa da dire e non riuscire ad esprimersi, di sentirsi soli, incompresi, di non sapere più che pesci pigliare per ottenere dei risultati positivi pur mettendoci tutte le proprie energie.  E ancora…  di non riuscire a realizzarsi in coppia o nella professione, di sentirsi scarichi o di aver perso la motivazione.

Affrontiamo insieme questi disagi, alquanto comuni, che ci impediscono di sentirci realizzati e sereni come è nostro diritto.

I gesti e i movimenti che ti concederai di sperimentare in gruppo

miglioreranno la tua flessibilità corpo/mente influenzando positivamente

ambienti, persone e situazioni che ti gravitano intorno

 

Corpo e mente sono collegati. Se sei felice, hai un bell’aspetto e cammini con la giusta postura naturale; aumenta dunque la qualità dei pensieri ed anche il corpo ne giova sicuramente e di conseguenza l’aspetto.

Il modo in cui ti poni nella vita di tutti i giorni è direttamente collegato ai tuoi processi interiori.

Aumentando la fiducia in te stesso/a, sarà più facile superare i propri limiti, migliorare la qualità di vita e di relazione e realizzare i propri obiettivi.

Ogni volta che superi i tuoi limiti fisici, la tua mente riceve grande forza.


Sì!  Ho compreso che sperimentando semplici gesti il mio corpo comunica con la mia mente stimolando e attivando  risorse ed abilità rendendomi più forte e sicuro/a.


 Tutto questo nei percorsi Mistero Uomo – Mistero Donna con la facilitazione di Sonia Guerra

10367816_10203595446628460_1237853396582562109_nSonia Guerra ti facilita il percorso di consapevolezza del tuo essere e della sua manifestazione attraverso tecniche ed esperienze fisico/motorie, verbali e non, acquisite in 10 anni di studi e pratiche di varie discipline che hanno avuto un impatto positivo nella sua vita a 360°. Un percorso che le ha dato e continua a darle i suoi ottimi frutti e che considera sempre all’inizio, perché Sonia è convinta che il margine di miglioramento di sé non  ha limiti.


Quando:

  1. Mistero Donna:           Domenica 30 Novembre 2014 (sole donne)   h.16.00-18.00
  2. Mistero Donna:           Domenica    7  Dicembre 2014 (sole donne)   h.16.00-18.00
  3. Mistero Uomo–Mistero Donna: Domenica 11 Gennaio 2015 (uomini/donne) h.16.00-18.00

Dove:
Presso Sala incontri riservata c/o Ristorante/Pizzeria Il Mattone Via Cacace, 6 – Maerne di Martellago (VE)

Termine Ultimo Iscrizioni

-          Mistero Donna:                                                        20 Novembre 2014

-          Mistero Uomo – Mistero Donna:                            8 Gennaio 2015


Per info e iscrizioni compila il seguente modulo o contatta Maurizio allo  039 333 2590091

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per comunicare l’intenzione a partecipare agli incontri nelle date indicate. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La quota di partecipazione potrà essere versata direttamente all'incontro.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff di www.ilfilodimaggy.it


Contributo complessivo Donna € 30,00 (partecipando ai primi due, ti regaliamo il terzo incontro)

Contributo Uomo (incontro dell’11 gennaio) € 15,00

 

E NON FINISCE QUI!!! Al termine di ogni incontro, per chi avrà piacere, si condividerà la cena presso lo stesso Ristorante/Pizzeria per proseguire l’esperienza in ottima compagnia, possiamo invitare anche eventuali partner e amici.

autostima-500E RICORDA…….!!!    

“ Impara a valorizzare te stesso/a

               – TU VALI – 

set
22

Salute, Relax e Benessere

By · Comments (0)

promuovono iniziative e viaggi a scopo Amicizia, Salute e Benessere

e Ti invitano all’appuntemento con

gli Amici del Relax e del Benessere – Slovenia 

dal 30 Ottobre al 2 Novembre 2014

presso Wellness Hotel Sotelia**** superior

olimia-wellness-orhidelia-09

info: 340.7969041 – email: sg.maggy@gmail.com

 

 Ci attende un programma speciale di animazione per bambini e adulti per il periodo di halloween.

*******************

Durante il soggiorno potrai fare esperienza di relax e benessere individuale e di gruppo, nei tempi e modi in cui vorrai; per questo è adatto sia alle coppie che ai singles

*******************

 

Località: Terme di OLimje , Slovenia

Struttura: Hotel Sotelia****superior – Zdraviliška cesta 24, Podcetrtek, 3254 Slovenia 

Periodo: dal 3o/10 al 2/11 2014 ( 4gg/ 3 notti)

 

  • Servizi compresi nel pacchetto:

- 3 mezze pensioni a buffet (la prima colazione e cena); check in: 14.00. check out: 11.00
– un brindisi di benvenuto, un filmato sulle Terme Olimia e un giro per le strutture termali
– 4 giorni bagno illimitato nelle piscine termali dell’hotel Breza, del complesso termale
Termalija e delle Terme Tuhelj (Croazia)
– venerdì e sabato sera bagno notturno nelle piscine Termalija
– al giorno dell’arrivo 3 ore ingresso libero al prestigioso centro delle piscine e saune
Wellness Orhidelia
– ogni giorno ingresso libero al mondo delle saune Termalija
– due volte al giorno acquagym nelle piscine Termalija
– ogni giorno ginnastica mattutina nella palestra dell’hotel Breza
– ogni giorno accesso libero allo studio fitness della Termalija
– una borsa in camera con accappatoio e asciugamano per le piscine
– venerdì e sabato sera musica dal vivo nella trattoria Lipa e musica DJ nella discoteca

VANTAGGIO EXTRA:

sconto del 10% sui prezzi dei trattamenti benessere prenotati almeno 10 giorni prima dell’arrivo dei clienti.

Quota per persona in camera doppia per i servizi indicati:

per un gruppo di minimo 20 persone paganti: € 245
per un gruppo da 15 a 20 persone paganti: € 260

RIDUZIONI: 

- soggiorno gratuito per un bambino fino ai 5 anni non compiuti assieme a due adulti
– sconto del 50% per un bambino fino ai 12 anni non compiuti assieme a due adulti
– sconto del 15% per una persona adulta in una camera doppia su un letto aggiunto

____________________________________________
  • Supplementi netti per 3 notti, non conteggiati nella quota:

- tassa di soggiorno (obbligatoria): € 3 (adulti), € 1.50 (bambini dai 7 ai 18 anni)
– camera singola: € 60
– pensione completa: € 45
– viaggio di andata/ritorno a proprio carico
– un ingresso al mondo delle saune e piscine del Wellness Orhidelia: € 21

____________________________________________
  • A chi si rivolge:

> a tutti coloro che desiderano fare una vacanza relax e di benessere per passare un po’ di tempo con se stessi e gli altri,   lontano dallo stress quotidiano;
> a tutte quelle persone che intendono fare nuove amicizie e conoscenze, condividere del tempo insieme;

  • Perchè partecipare:

> per dedicare del tempo a te stesso e rigenerarti dallo stress quotidiano;
> perché avrai l’opportunità di conoscere gli strumenti più innovativi e non invasivi per la prevenzione, il benessere e la salute;
> imparerai ad alimentarti correttamente;
> scoprirai quali sono gli alimenti ideali per una alimentazione sana ed efficace per il tuo peso e il tuo fisico;
> comprenderai le regole per recuperare e mantenere il tuo peso forma;
> capirai come funge lo stress nell’aumento di peso;
> assimilerai le corrette associazioni dei cibi;
> e molto altro ancora.

 

Come aderire L’adesione all’iniziativa viene confermata con il versamento di una caparra di €. 70,00 che puoi agevolmente regolarizzare seguendo le istruzioni che ti invieremo al tuo indirizzo email, mentre il saldo potrà essere versato al momento della partenza.

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partire. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La partecipazione si riterrà confermata solo all'avvenuto versamento della quota a titolo di caparra di €.70,00

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff di San Valentino WEEK end SALSA - SLOVENIA

  •  Ritrovo, tappe e arrivo

> Il posto di ritrovo è a Gonars alle ore 9.45 (stazione di servizio autogrill) per la partenza in direzione Slovenia: Gonars si trova lungo l’autostrada Venezia-Trieste dopo Latisana;
> Arrivo Hotel Sotelia intorno alle ore 14.00;
> Partenza per il rientro: alle ore 14.00 di domenica 2 novembre

 

- Affrettati!!! –

Il gruppo è a numero chiuso e i posti limitati.

olimia-hotel-sotelia-14

Info e prenotazioni: telefono 340.7969041 - email: sg.maggy@gmail.com

 

ott
16

“Ordini dell’Amore”

By · Comments (0)

“…la netta sensazione di essere
sotto l’influenza di cose o problemi che furono lasciati incompiuti o
senza risposta dai miei genitori, dai miei nonni, e anche dai miei più
lontani antenati…”
(C.G.Jung)

costellazioniIl disagio familiare è un tema di scottante attualità, una malattia sociale che tende ad allargarsi a macchia d’olio. Il metodo terapeutico delle costellazioni familiari, ideato in Germania da Bert Hellinger, si propone di contrastarlo alla radice, individuandone le cause profonde e apparentemente indecifrabili. Hellinger, lavorando sulle dinamiche familiari, si è accorto che in alcuni casi i figli si portano dietro tematiche emotive non risolte di antenati e di altri componenti della famiglia. E soltanto attraverso un lavoro di “riconoscimento” di questi legami (irretimenti) possono ritrovare equilibrio ed armonia. Quindi, ogni famiglia è regolata da legami nascosti ( segreti ) e scoprendoli e mettendoli in scena con una costellazione familiare, si riesce a comprendere il nostro comportamento, che spesso non ci appartiene, per esempio può capitare che inconsciamente e per amore si viva il destino di un altro membro della famiglia. Hellinger ci insegna, con una specie di rappresentazione teatrale, a liberarci da queste dinamiche che, in alcuni casi, ci può anche condurre alla malattia. E’ necessario che ognuno di noi trovi la forza e la volontà di indagare nel proprio mondo interiore, tanto da portare alla luce conflitti che, annidati nelle pieghe più nascoste dell’anima, intossicano la nostra esistenza quotidiana, rendendo più problematici i rapporti con gli altri.
Ogni famiglia è regolata da legami nascosti, segreti, i così detti “ordini dell’amore”. Scoprendoli e mettendoli in scena con una costellazione familiare, riusciremo a comprendere il nostro comportamento, che spesso non ci appartiene: capita che inconsciamente e per amore si viva il destino di un altro membro della famiglia. Hellinger ci insegna, con una sorta di rappresentazione teatrale, a liberarci da questa dinamica che in alcuni casi può anche condurci alla malattia. E inspiegabilmente ciascun rappresentante accede alla coscienza del membro della famiglia che sta mettendo in scena: è come se i posti assegnati fossero dotati di forza propria così che chi li occupa ha percezioni simili al personaggio che interpreta. In ogni caso la relazione rappresentante-membro della famiglia rimane sostanzialmente un mistero, mentre ben evidente è l’effetto della costellazione sul paziente. Si tratta di dinamiche, è lo stesso Hellinger ad ammetterlo, difficilmente spiegabili se ci affidiamo alla razionalità del metodo scientifico. Alcuni paragonano il campo d’influenza della famiglia al “campo morfogenetico”.

DOMENICA 20 OTTOBRE 2013

PIOVE DI SACCO  (PD)

ore 10:00

TRAINER: Lorenzo Bracciodieta – Psicologo, Psicoterapeuta, Ipnoterapeuta, Costellatore sistemico familiare, Trainer di Programmazione Neurolinguistica e Ipnosi Ericksoniana, Direttore della scuola di Specializzazione in Psicoterapia PNLt. Supervisore in E.M.D.R. (Eyes Movement Desensitization and Re-processing)

Vuoi partecipare e/o rappresentare la tua costellazione, chiama allo 340.7969041  o scrivi a co.pro@ilfilodimaggy.it

mag
27

Scuola “Olo-bimbi”

By · Comments (0)

Progetto “Movimento Giocoso Educativo”

Scuola olobimbi

Obiettivi Formativi

  1. Coordinare i movimenti del corpo a livello globale e segmentario
  2. Eseguire percorsi e piccole coreografie su indicazioni verbali e non verbali
  3. Acquisire fiducia nelle proprie capacità comunicative ed espressive
  4. Favorire il benessere fisico ed emotivo proprio ed altrui
  5. Approfondire la capacità di relazionarsi con gli altri in modo rispettoso, empatico e creativo

Campi di esperienza interessati

  1. Corpo, movimento, salute
  1. Fruizione e produzione di messaggi
  1. Esplorare, conoscere e progettare
  1. Il sé e l’altro

 

Obiettivi relativi ai vari campi di esperienza

 

Corpo, movimento, salute

  1. Esprimere idee, immagini ed emozioni mediante il movimento e la danza
  2. Orientarsi equilibratamente nello spazio
  3. Ridurre l’ansia e armonizzare la propria energia

 

Fruizione e produzione di messaggi

  1. Comprendere istruzioni e suggerimenti
  2. Comunicare i propri contenuti attraverso diversi registri: motorio, verbale, grafico

 

Esplorare, conoscere e progettare

  1. Sperimentare tipi di movimento e tecniche grafiche sviluppando la propria creatività ed immaginazione
  1. Rappresentare dinamicamente e poi graficamente alcuni dei propri vissuti

 

Il sé e l’altro

  1. Comprendere e rispettare le regole del vivere insieme
  2. Superare gradualmente la posizione egocentrica imparando a collaborare
  3. Riconoscere le proprie ed altrui emozioni
  1. Promuovere l’autoconsapevolezza e l’accettazione di sé e dell’altro

 

Feed-back a fine lezione

I feed-back consistono in osservazioni di situazione, conversazioni, interviste ai bambini, rappresentazioni grafico-pittoriche.

Conduttrice:   Sonia Guerra, diplomata Olodanza Bimbi o “Movimento Giocoso Educativo” Metodo Olodanza® del Dott. Romano Sartori.

__________________________________________

Per informazioni rivolgersi alla segreteria:

Associazione Culturale CoCreationProEvolution

Via della Pieve, 5 – 35010 Massanzago (PD)

Tel.  049/57.20.374 – 340/79.69.041

o chiedere un incontro scrivendo a olobimbi@ilfilodimaggy.it

a disposizone, su richiesta, la video presentazione dell’attività in questione

__________________________________________

Vi aspetto a Massanzago – Padova

Sabato 1 e Domenica 2 Giugno 2013

Festa dello Sport Massanzago

La conduttrice sarà presente ed a disposizione per illustrarvi la nuova disciplina per bambini 4-7/8 anni.

Ingresso Libero – Info: olobimbi@ilfilodimaggy.it

CoCreationProEvolution Ass. Cult. Tel. 340.7969041

__________________________________________

Lascia qui i dati del tuo bimbo/a e ti invieremo il programma dei corsi anno 2013/2014 con il dettaglio delle Sedi e delle date in cui si svolgeranno gli incontri della scuola Olo-bimbi.

Il nome del bimbo/a (richiesto)

email (richiesto)

Recapito telefonico (richiesto)

Età del bimbo/a (richiesto)

Comune o Città di provenienza (Noale o Massanzago)

Puoi lasciare il tuo messaggio qui

Codice di validazione

RISPONDERE PER VALIDARE: Quale è il colore del sole=? 

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

 

Cartellone olobimbi 3.5.13 fronte

LA FIABA NON E’ SOLO UN RACCONTO

È ricerca dei misteri che la fiaba ha in se; questo apre le porte della conoscenza verso le qualità che la vita stessa ci regala, qualità che si manifestano nel corpo quando apro la mia attenzione alle sensazioni corporee suscitate dalle parole della fiaba e dai suoi contenuti.

__________________________________________

Scarica qui il PROGETTO Scuola OLO-BIMBI 2013, Troverai l’esperienza Olo-bimbi nella scuola dell’infanzia e la specifica delle dimensioni del bambino in relazione alle diverse fasce di età.

__________________________________________

gen
09

12 passi per iniziare!

By · Comments (0)

Ami te stesso?

Comincia ora…..

Quando inizi ad amarti veramente è incredibile come la tua vita cambia in positivo, ti senti incredibilmente meglio, ti si affacciano nuove opportunità di lavoro, di denaro, migliorano le tue relazioni, si dissolvono quelle negative per te e la vita acquista semplicità e gioia.

Ti propongo 12 comandamenti che ti aiuteranno ad imparare ad amare te stesso:

  • Smetti ogni tipo di critica. La critica non cambia mai niente. Rifiuta di criticare te stesso. Accetta te stesso esattamente così come sei. Tutti cambiano. Quando critichi te stesso, i tuoi cambiamenti sono negativi. Quando approvi te stesso, i tuoi cambiamenti sono positivi.
  • Perdona te stesso. Lascia andare il passato. Hai fatto del tuo meglio con la comprensione, la consapevolezza e la conoscenza che avevi in quel momento. Ora stai crescendo e cambiando e vivrai la vita in modo diverso.
  • Smetti di spaventare te stesso.  Smetti di terrorizzarti con i tuoi pensieri. E’ un modo terribile di vivere. Trova un’immagine mentale che ti dà piacere e modifica subito quei pensieri spaventosi in pensieri piacevoli.
  • Sii gentile, educato e paziente. Sii gentile con te stesso. Sii buono con te stesso. Sii paziente con te stesso mentre impari i nuovi modi di pensare. Trattati come tratteresti qualcuno che ami davvero.
  • Sii cortese con la tua mente. L’odio verso se stessi è solo odio verso i propri pensieri. Non odiare te stesso per il fatto di avere quei pensieri. Cambiali dolcemente.
  • Loda te stesso. La critica abbatte e indebolisce lo spirito interiore. Le lodi lo fanno crescere. Loda te stesso il più possibile. Dì a te stesso quanto bene stai facendo mentre fai ogni piccola cosa.
  • Supporta te stesso. Trova il modo per sostenerti. Circondati di amici che ti sostengano e permetti loro di aiutarti. Chiedere aiuto quando ne hai bisogno è indice di grande forza.
  • Sii amorevole con i tuoi pensieri negativi. Riconosci di averli creati per soddisfare un bisogno. Ora stai trovando nuovi modi positivi per soddisfare tali esigenze. In questo modo rilasci amorevolmente i vecchi schemi negativi.
  • Prenditi cura del tuo corpo. Informati su ciò che mangi; di che tipo di combustibile ha bisogno il tuo corpo per avere energia e vitalità ottimali. Informati sull’esercizio fisico. Che tipo di esercizio fisico ti piace? Custodisci e riverisci il meraviglioso tempio in cui sperimenti la tua manifestazione fisica che è il tuo corpo.
  • Fai il lavoro allo specchio. Guardati negli occhi spesso. Esprimi questo crescente senso di amore che hai per te stesso. Perdona te stesso guardandoti allo specchio. Sempre guardandoti allo specchio parla con i tuoi genitori. Perdonali. Almeno una volta al giorno, dì a te stesso “Mi amo, mi amo davvero!”
  • Ama te stesso. . . Fallo ora! Non aspettare di aver fatto qualcosa di buono, o di perdere peso, o di ottenere un nuovo lavoro o iniziare una nuova relazione. Inizia ora e fallo meglio che puoi.
  • Divertiti. Ricorda a te stesso le cose che ti hanno dato gioia da bambino. Riportale nella tua vita in questo momento. Trova il modo per divertirti con tutto quello che fai. Esprimi tutta la tua gioia di vivere. Sorridi. Ridi. Gioisci e l’Universo gioirà con te!

di Louise L. Hay

Ama Te Stesso
Una guida pratica per capirsi e accettarsi, per vivere in armonia con se stessi e con gli altri, e riempire d’amore la propria vita.

Voto medio su 3 recensioni: Buono

 *******************

Vieni con noi al prossimo appuntamento con lo

 

 

 

 

 

 

 

Sei single? Vorresti startene a casa solo soletto a piangerti addosso?! :-)

Sei al posto giusto, al momento giusto… Il nostro GRUPPO SINGLES è pronto ad accoglierti per conoscerti e condividere insieme questa esperienza di amicizia e benessere.

Clicca sull’immagine, troverai il programma nel dettaglio ed i riferimenti da contattare.

Ti aspettiamo ;-)

Comments (0)

 

La 3° Dimensione se ne sta andando…

Cosa intendiamo?

Mentre il 2012 sta’ passando, e’ urgente rivelare il seguente messaggio perche’ sta’ letteralmente finendo il tempo conosciuto come 3° Dimensione . In semplici termini il pensare, sentire e vivere nella 3° Dimensione si sta’ consumando e sparendo. Tutti noi, che lo vogliamo o no, ci stiamo spostando sulla 4° Dimensione di consapevolezza. E poi in seguito ci sposteremo sulla 5° Dimensione.

La maggior parte degli esseri sulla terra non sono consapevoli del tempo che stiamo vivendo e quindi non sono preparati adeguatamente, questo causera’ loro un grande sconforto purtroppo e non sarà piacevole per loro. Per coloro che sono pronti e che si sono preparati da tempo, invece sara’ un’esperienza piacevole e divertente. La ragione di questo messaggio e’ di prepararci a comprendere il cambio di coscienza e ad avere un’adeguata preparazione per facilitare il processo che, ripeto, comunque succedera’.

Parliamo di semplici attenzioni su come agiamo, su come agire sui nostri pensieri ed emozioni, chiunque può ampliare la propria coscienza, effettuare il salto di coscienza. Se non sai cosa siano le dimensioni , tranquillo non sei il solo. La maggior parte di noi gioca il gioco della vita senza un manuale che spieghi quali sono le regole del gioco, per giocare con successo e in piena tranquillità. Questo articolo informa su quali sono le regole di base, e spiega cosa sono la 3°, la 4° e la 5° Dimensione.

Se comprendi come giocare e la struttura delle Dimensioni puoi vivere agevolmente fra esse senza sforzi o tensioni, che purtroppo sono il pane quotidiano nelle nostre vite.

Per prima cosa definiamo cosa non sono le Dimensioni.

Le Dimensioni non sono dei luoghi, non sono in progressione 3,4,5,6, non sono delle pareti intorno a noi ne’ una sedia su cui sederci, o la stessa terra. Tutto questo e’ FORMA ed esiste solo sulla 3° D e lo sarà dominante anche sulla 4° D, quando la 3° D sparira’.

In generale le Dimensioni sono degli stati di coscienza disponibili e percepibili a chiunque vibra in risonanza con esse come frequenza e opportunità offerte. Si puo’ definire e pensare a ciascuna Dimensione come un ambito di gioco con sue peculiari regole di gioco su cosa sia possibile per gli esseri che decidono di giocarlo sullo stesso piano.

CHE COSA E’ LA 3° DIMENSIONE

La 3° D e’ una scatola con rigide credenze e relativamente inflessibili regole di gioco e limitazioni. La maggior parte di noi ha vissuto e giocato questo gioco a lungo, quindi abbiamo rafforzata la convinzione che quello sia l’unico gioco possibile, fatto di battaglie, di sforzi per avere successo, per distinguersi sugli altri, per lottare e sopravvivere. Ma nulla di cio’ e’ verita’. Uno dei principi piu’ rigidi che strutturano le nostre vite, il nostro pensare, sentire e agire e’ il tempo lineare. Il tempo lineare e’ una struttura di pensiero che ci fa percepire l’ essere nel passato, nel futuro e poi alla fine si muore. Tutto cio’ e’ percepito dalla mente come un percorso lineare, con un’ inizio e una fine, pensiamo di essere su un treno che si muove nel tempo. Il problema e’ che il tempo non esiste e che in realta’ le rotaie non vanno da un punto all’ altro ma girano intorno ricongiungendosi in un cerchio senza un inizio e una fine. Poiche’ questa credenza e’ un assunto di miglioni di persone allora tendiamo a credere che questa sia la sola realtà ed agiamo su questo scenario.

Ora però è tempo di uscire da queste false credenze, come comprenderai via via che avrai più consapevolezza, che la 3° D e’ un salto di coscienza, in altre parole, nollo stato di coscienza in cui ti trovi ora, ciò che pensi sia il passato è ciò su cui poni l’attenzione ora, e quindi il tuo futuro è una proiezione del tuo passato, quindi ripeti sempre la stessa struttura o scenario del gioco e quindi fai sempre la stessa esperienza.

Quindi la 3° D è una percezione limitata, mentre se vivi la stessa esperienza sulla 4° o 5° D e via via su Dimensioni superiori sarà enormemente appagante perchè avrai aperto il tuo orizzonte.

Tutto è limitato nella 3° D e condizionato. Il concetto di Amore Incondizionato per esempio non può esistere sulla 3° D. Se sperimenti amore incondizionato e pace interiore significa che sei gia’ sulla 4° D. Comprenderai allora che cio’ che percepisci nella tua vita e’ 3° D e la maggior parte degli individui sono e stanno vivendo in 3° D. La 3° D non offre scelta, non scegliamo cosa pensare sentire o agire, quest’ultima è una preprogativa della 4° D e 5° D. Nella 3° D reagiamo in base a credenze inconscie che ci presentano delle situazioni senza poterle scegliere, cio’ rende la vita un inferno di ansia e paure, dato che non possiamo prevedere cio’ che ci accade.

La Dualità è un’altra struttura rigida della 3° D, tutto deve avere un contrario, sopra sotto, bianco e nero, buono e cattivo ecc. Il giudizio incoscio domina la 3° D, in piu’ percepiamo la 3° D essenzialmente con il cervello sinistro o logico, il cervello razionale utilizza solo il 5 – 10 % delle proprietà del cervello, che è quello che ci serve per giocare sulla 3° D, il restante 85 % del cervello rimane un mistero su come funziona e a cosa serve. In realtà l’ 85% di cio’ che non usiamo nella 3°D serve per avere l’accesso alla 4° e 5° D e alla percezione delle energie superiori. Abbiamo già in noi tutto il potenziale biochimico e energetic per avere coscienza delle energie superiori e per poter interagire con esse. Ma l’ abitudine di vivere nella 3° D ci tiene chiusi.L’ emisfero sinistro sà cio’ che sà e non sà cio’ che non sà. E continuamente riafferma

la sua percezione tenedoci dentro alla percezione nella 3° D. L’ aumento di Luce, Energia e frequenza del cambio che stiamo vivendo, sta cambiando e modificando anche il nostro cervello dandoci molte informazioni; queste meravigliose energie ci stanno preparando al salto di coscienza per percepire la 4° e la 5° D, e stanno rimuovendo le strutture limitanti della 3° D. Anche se non ce ne rendiamo conto
una nuova coscinza si stà facendo strada e spazzando via i vecchi poteri costituiti sull’ egoismo e sulla prevaricazione.

ALLORA COSA E’ LA 4 DIMENSIONE?

La regola della 4° D provvede a darci più confidenza, fiducia e coraggio rispetto alle energie della 3°D. Il tempo nella 4°D è il qui e ora, il focus è in ogni momento. I nostri corpi fisici conoscono solo il tempo presente, non conoscono il passato e il futuro, anche se possono mantenere memorie legate al dolore fisico ed emozionale. Quindi il corpo fisico non ha bisogno di adattarsi, è già nella 4° D . Quando l’ attenzione è al presente sciegliere diventa normale e possibile. Nella 4° D diventiamo osservatori delle situazioni, con senso di distacco da cio’ che ci circonda, ci interessiamo solo per informazione e possiamo quindi scegliere su come rispondere alle situazioni. Un concetto chiamato Paradosso, diventa possibile, il Paradosso significa che una situazione può essere vera ora e non più vera due minuti dopo o viceversa. Ciò significa che non operiamo più secondo schemi precisi stabiliti, ma scegliamo l’ opportunità del momento in base alla risonanza energetico – vibrazionale della situazione in quell preciso momento.

E’ interessante notare che la coscinza nella 4°D non è una dimensione definitiva e non ci servirà per molto, la 4° D serve come passo necessario ma breve per passare alla 5° D che è l’obiettivo della Terra e dei suoi abitanti. Gli Arcangeli affermano che la Terra entrerà nella 5° D nel 2015. E’ essenziale passare per l’esperienza della coscienza nella 4° D per poterci preparare alla 5° D e imparare a dominare i nostri pensieri e le nostre emozioni che sono parte del bagaglio della 3° D e che dobbiamo necessariamente lasciarci alle spalle.

CHE COSA E’ LA 5 DIMENSIONE

La 5° D funziona in modo molto differente dalla 3° e 4° D. Il tempo, nella 5° D, è istantaneo, cioe’ tutte le possibilita’ succedono simultaneamente nello stesso posto. Nella 5° D dove poniamo l’ attenzione accade! Chiedi e ti sara’ dato.

Nella 5° D non esiste lo sforzo, tutto si realizza in base al nostro focus concentrato su una frequenza vibratoria. Nella 5° D non si crea in base alla forma ma in base alla luce,a i suoni, ai colori e alle forme geometriche. Coscintemente interagiamo con il Creatore e con gli Esseri di Luce. Su queste alte frequenze la mente razionale non agisce se non marginalmente per sostenere in vita il corpo fisico.

Ritorno sul concetto che prima bisogna diventare Maestri della 4° D, come facciamo?

Come prima descritto il tempo nella 4° D è nel presente, il tempo presente ha Quattro livelli. Nel 2010 siamo passati al terzo livello, mentre ci avviciniamo alla fine del 2012 passeremo sul quarto e ultimo livello, su quel livello quando pensiamo” Voglio una mela “ essa compare nella nostra mano. Tutti si eccitano quando affermo questo concetto, ma è necessario essere Maestri delle nostre emozioni e pensieri, chi rimaniamo nella mente della 3° D che va dal passatro al presente al futuro si preoccupa, si spaventa non può fare il salto di coscienza.

La maggior parte delle persone non sono preparate a governare i propri pensieri e le proprie emozioni, tuttavia non c’è’ scelta perchè ci stiamo comunque spostando sulla 4° D e quello che succederà è che le persone non preparate al salto di coscinza impazziranno, avranno le loro paure amplificate, e non sarà piacevole per loro. Una delle ragioni per cui è stata creata la 3° D è che dovevamo padroneggiare il gioco dell’illusione della dualità, sicchè molte persone sono frustrate perchè i loro desideri non si realizzano, nonostante siamo tutti creativi, ebbene la ragione stà nel fatto che nella 3° D è stato creato un ritardo tra il pensiero e la realizzazione del desiderio, sappiate che durante il 2012 questo ritardo diventerà sempre piu’ sottile, a causa delle intense energie, per cui sarà molto piu’ facile realizzare i nostri desideri, sempre se manteniamo il focus su di essi.

Per fortuna abbiamo semplici aiuti per poter essere Maestri dei nostri pensieri ed emozioni, preparandoci a questa meravigliosa convergenza di possibilità che ci permetterà di creare consapevolmente la nsotra vita nel tempo presente delle Dimensioni Superiori.

PERMETTI AL CAMBIAMENTO DI COSCIENZA DI RIPULIRE PENSIERI ED EMOZIONI INCOSCIE NEGATIVE.

In termini semplici il cambiamento usa un’onda di energia per ripulire ciò che non siamo e un’ altra onda di energia per ricordarci cosa siamo in realtà. Il cambiamento di coscinza è intelligente e sa dove immagaziniamo abitudini inconscie ed emozioni non necessarie e la Luce e I codici energetici ci stanno pulendo tutte le forme pensiero non necessarie. Tuttavia la pulizia delle forme pensiero comporta che vengano in superficie affinche la nostra coscienza le veda e le riconosca, e di conseguenza magnetizziamo persone e situazioni che fungono da specchio perchè le possiamo vedere.

Come si fa a padroneggiare queste forme caotiche?

Permettiamo che si manifestino e rimaniamo semplicemente a guardare, con senso di distacco, sapendo che si palesano solo per essere pulite, una volta che si palesano sono anche scomparse e non ritorneranno più. Ma se le tieni e ti perdi a lamentarti e a disperarti perchè ti accade, sentendoti colpevole, allora non si ripuliranno e per te sarà un bell’ inferno perchè rimarrai incastrato.

Ricorda sempre che ciò che accade non ti appartiene, quando succede fai due respiri profondi va a fare una passeggiata, ascolta musica e mantieni i pensieri su alte vibrazioni.

COMPRENDERE LE VIBRAZIONI BASSE E ALTE DELLA 4° DIMENSIONE

Per semplificare un altro aspetto importante del cambio di coscinza, immagina che la 4° D sia in due parti, una a bassa vibrazione e una ad alta vibrazione (Non è tecnicamente vero tuttavia serve per comprendere meglio). Come si diceva prima la 3° D sparirà, vedremo ancora gli alberi, l’ erba e le automobili, ma spariranno la paura , il giudizio, il senso di colpa e la vergogna, il concetto di giusto e sbagliato; spariranno tutte queste dense energie emozionali che sono le sole a trattenerci dal vivere nelle dimensioni superiori, spariranno dalla nostra percezione.

Tuttavia tutto dipende dalla vibrazione dei tuoi pensieri, se essi saranno calibrati sulla 3° D ti ritroverai a vibrare nella 4° D bassa, o se sceglierai di pensare secondo la vibrazione nella 4° D alta. La 4° D bassa è la dimensione astrale, o spazio del sogno, che trattiene tutti i pensieri della 4° D bassa e quindi della 3° D. Comprenderai che i pensieri non spariscono dopo che sono stati creati, continuano a
vivere in forma vibratoria nello spazio o dimensione 4° D bassa con specifica vibrazione, peso, tessitura, e densità emotive. Non solo ma tendono ad aggregarsi a pensieri dello stesso tipo vibratorio, creando delle egregore o masse dense. Pensieri come dominazione, schiavitu’, Guerra, conflitto, odio, li percepiamo come pesanti, scuri e appiccicosi. Pensieri invece come i bambini che giocano, la primavera con i fiori
che si schiudono, gioia interiore, amore e bellezza, sono molto leggeri e piacevoli. Dobbiamo quindi forzare noi stessi ad uscire dall’ ambito della 3° D!

Se pronunciamo Bellezza, nel linguaggio della 4° D bassa rappresenta qualcosa o qualcuno o un oggetto bello nel senso della sua forma; se usciamo dalla 4° D bassa e viviamo intensamente la Bellezza allora siamo sulla 4° D superiore.

Vivere da Maestri della 4° D alta significa avere dei pensieri leggeri che escono dal cuore, e di vivere intensamente il pensiero di bellezza e di amore. Noterete che pensieri come “ Non sono adatto” “ non sono capace” tendono a rimanere a lungo nello spazio di coscienza della 3° D, cio’ accade perche’ i pensieri emotivi negativi sono magnetici. Mentre parole leggere come amore, luce, fiore, grazioso sono volatili e leggeri. Il magnetismo delle emozioni negative è pesante perchè queste si attaccano e amplificano con i pensieri dello stesso tipo nella 3° D e diventano pericolosi e pesanti. Noi siamo tutti perfettamente capaci di vivere la vita, di amare e di sostenerci nell’ abbondanza.

Penso che hai compreso ora quanto sia importante l’ avere sempre pensieri di amore e ad alta vibrazione. Per fortuna la seconda onda di energie servirà a pulire molti pensieri pesanti e renderà sempre più facile ancorarsi a pensieri di bellezza e di amore. La luce ci stà trasformando e con un piccolo sforzo da parte nostra renderà facile il separarsi da queste dense energie e ritrovare la nostra vera identità, rendendo sempre più difficile riconoscersi con energie basse e dense.

Cominciamo a vivere allineati al nostro cuore, perchè è questo il nostro vero essere, l’ allineamento con dimensioni della 5°, 6° e 7° D. Dobbiamo però prestare attenzione a ciò che la mente produce, il giudizio, la negazione, la vergogna, il risentimento, l’odio, diventano come zavorra, su un Pallone aerostatico, ci limitano sul dove dobbiamo andare. Ciascuno di noi è responsabile al 100 % del processo, Piu’ peso togliamo con vibrazione bassa attraverso i nostri pensieri, opere, ed emozioni e più alta sarà la vibrazione che la Madre terra potrà incorporare e più facile sarà per tutti di elevarci a Dimensioni superiori, aprire i nostri cuori, le nostre menti e la nostra coscienza. Nella 4° D superiore puoi scegliere la paura o le preoccupazioni, e lasciarle andare nella 4° D inferiore. E’ un processo naturael e spontaneo, che ci appartiene per grazia Divina di nascita. Fino a questo momento il centro della tua testa era il posto dove la tua attenzione raccoglieva i pensieri degli altri, che vivono intorno a te, ora è il tempo dove riprendi il controllo della tua vita, e ponendo l’ attenzione al momento presente puoi scegliere bellezza, capacità, amore e benessere. Vibrando in modo semplice e facile, automaticcamente ciò pulirà le emozioni e pensieri pesanti dal tuo essere. Scegli una parola graziosa ogni giorno e vivi intensamente con essa, sentila e percepiscila continuamente.

Presto diventerà una piacevole abitudine che riempirà la tua testa di vibrazioni alte. Ti allineerai con il tuo sè superiore e la tua anima che risiede nel tuo cuore, e cioè la pienezza del tuo essere IO SONO. Semplice no? Ciò richiede l’attenzione e la scelta nel tempo presente? Assolutamente!

Pensi che stando seduto a guardare e sperando, qualcosa succeda la fuori ? NO!

Un enorme flusso di luce magnetica ci stà inondando ora! Dalle Dimensioni superiori Molte persone non saranno in grado di sopportale e decideranno di uscire dai loro corpi . E molti seguiranno man mano che le vibrazioni aumenteranno . Come vedi tutti ci stiamo spostando sulla 4° e 5° D ma non tutti lo faranno con semplicità e fluidità, nello stesso tempo.

Tu, Cosa scelgli di fare?

Tante Benedizioni

Dalla traduzione di Giorgio Capuzzo dal sito http://lightworkers.org/

Puoi aggiungere il tuo commento nella sezione qui sotto

 macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
feb
18

AutoDisciplina: una Sfida

By · Comments (0)

Un passo verso il Cambiamento

Una grande sfida

AutoDisciplina

Sai … quando ti chiedi: “perchè mi trovo ad affrontare questa sfida….?”

Mi trovo ad affrontare una cosa difficile per me, non sò come fare, non sò da dove cominciare, solo per un motivo mi trovo ad affrontare questa cosa: Perchè quando ho ricevuto l’invito a fare questa cosa, ho detto “SI”.
“VOGLIO FARLA, VOGLIO PARTECIPARE..”

Per entrare in una gara, in una sfida, la prima cosa che dobbiamo volere è PARTECIPARE..

Lo sportivo non si accontenta di partcipare; all’inizio si, vuol partecipare.. e come lo sportivo anche noi poi, quando siamo in gara non vogliamo solo partecipare, vogliamo riuscire alla grande, protendiamo verso la vittoria della gara…

Quando partecipi a una gara e non vinci, poco ti consola che ti dicano: “non essere deluso, l’importante è partecipare, non vincere”

Perchè dentro di noi, sentiamo un profondo desiderio di vittoria, di riuscire in quello che stiamo facendo ed anche in modo eccellente.. non discreto..
Per riuscire è vero che dobbiamo essere disposti anche a cadere, a fare delle figuracce..
Lo sai.. chi non partecipa di sicuro non ne fa di figuracce, ma non si allena, rimane allo stesso livello: “in panchina” .. resta a guardare..
Quando sei disposto a fare figuracce, sei disposto a crescere.. sei disposto a metterti in gioco, ad andare oltre i limiti di cui ti eri convinto di avere fino a ieri, sei disposto a credere nelle tue capacità perchè, dentro di te, c’è una forza che non puoi più ignorare..
Quando inizi a scoprire te stesso, senti la necessità di nutrire il tuo “Sè” come il tuo corpo ti chiede di sfamarlo, dissetarlo, curarlo…e non puoi più farne a meno altrimenti moriresti piano piano..

Quindi PUNTO 1..

Per Riuscire alla grande in una gara o in una sfida (come la sfida della vita) devi Essere disposto a RIMETTERCI LA FACCIA, a metterti in gioco rischiando anche di cadere

L’agonista è lo sportivo impegnato che è disposto ad autodisciplinarsi RINUNCIANDO a ciò a cui non rinuncerebbe l’individuo comune.. quelle che normalmente percepiamo come rinunce, si trasformano in opportunità, opportunità per vincere, per crescere, per andare oltre i nostri limiti apparenti..
Hai una vaga idea di come sale la tua autostima ed il tuo entusiasmo quando raggiungi l’obiettivo e ti prepari ad affrontare quello successivo, la tua convinzione si trasforma in:

CE LA POSSO FARE…

Quindi PUNTO 2..

Per Riuscire, per poter RAGGIUNGERE IL TUO OBIETTIVO, devi essere disposto a RINUNCIARE A QUALCOSA e ben presto la tua PERCEZIONE DI RINUNCIA si TRASFORMA in PERCEZIONE DI OPPORTUNITA’

Pensa a come ti senti quando sei disposto a dire SI ancora quando non sai esattamente come farai per riuscirci.. questa è una credenza potenziante.
Quante volte ci capita di sentire che le forze vengono meno, come per lo sportivo in una gara, così per l’essere umano nella vita, ma sai che devi andare avanti..è così importante andare oltre i nostri limiti (o quelli che consideriamo tali) perchè nel profondo qualcosa ci dice che vogliamo fare la differenza, vogliamo ascoltare e rispettare la nostra essenza, che ci manda i segnali affinchè impariamo a consapevolizzare sempre più CHI SIAMO

Il maestro in noi è questo

I VINCITORI non sono come gli altri, i vincitori sono delle aquile,  le aquile non volano con i piccioni.. le aquile volano molto in alto, spesso da sole, ma vedono tutto, riescono ad avere una percezione globale, allargata.

A proposito di piccioni, come loro volano tutti assieme.. anche noi spesso seguiamo la massa.. uno dice: “andiamo in discoteca” e gli altri: “si dai… andiamo tutti in discoteca..”  e tutti in gruppo in discoteca..
Quando chiedi a queste persone: “perchè lo fai?” e ti rispondono: “perchè lo fanno tutti” (come dire: “che c’è di strano?”)
Attenzione, non voglio certo darti del “piccione”, voglio solo suggerire di riflettere su quanto accade in questi casi e quale effetto può procurare su di noi quando facciamo i “piccioni” ovvero quello di annullarci.

A questo punto, c’è qualcosa dentro di te che ti dice: ” Tu non sei Tutti, quindi PIANTALA di fare tutto ciò che fa la massa”. Non ti accorgi che puoi fare la differenza? C’è bisogno di te, c’è bisogno di esseri umani che facciano la differenza e non è un concetto anticonformista…

E quando pensavi che tutto ciò che facevi fosse normale.. ebbene quella voce giunge a dirti: “allora, ora te lo dico con tutta la mia forza che tu NON SEI UN NUMERO, non sei ciò che, come un luogo comune, viene considerato “NORMALE”, te lo dico perchè ti amo.. e sai perchè? …hai uno spirito divino in te, TU SEI UN ESSERE DIVINO e come tale TU PUOI…..Esprimere, Osare, Essere, Trasmettere, Trasformare, Creare, Concepire il Tutto. Tu Hai qualcosa da dire agli altri, hai qualcosa di importante da fare, da trasmettere ….. nutrire gli altri è nutrire te stessa/o.

Quella voce interna aspetta solo che tu dica una parola sola: “SI”

o vuoi continuare a dirti:
- “sono giovane, non so come fare questo, come riuscirci”
oppure
- “sono vecchio oramai per dedicarmi a questo, non ho le forze..”
- “non so da dove iniziare”
- “non ho abbastanza conoscenza riguardo a questa cosa..”

Allora, dopo che hai detto SI ancora quella forza interiore ti chiede:

“vuoi esserci da partecipante o da protagonista?”

poi ancora ti dice:

“Non perdere il tuo tempo, rispetta te stesso, la tua missione ORA

Quindi PUNTO 3..

dico “SI” partecipo da PROTAGONISTA

Cosa fare innanzitutto?

AutoDisciplinarSI

Segui questo breve video sull’AutoDisciplina

ora ti auguro un’ottima gara, una serena sfida con te stesso e con la vita

Un sincero abbraccio

Sonia Maggy

Scrivi le tue osservazioni sull’argomento semplicemente compilando i campi sottostanti, puoi allegare anche il tuo documento (file immagine, testo o altro)

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

oppure, condividi con tutti i lettori le tue osservazioni scrivendo nella sezione commenti, sotto questo articolo (la sezione commenti compare quando clicchi sul titolo dell’ articolo, e ti posizioni in calce allo stesso)

Profonda gratitudine per la tua partecipazione e collaborazione al percorso di crescita e miglioramento personale di ognuno di noi.

Articoli correlati – Buona lettura:

“Change Your Life” Live Seminar

21 giorni senza lamentarsi

Sei un Brontolone?

I 7 Passi per una SFIDA chiara-semplice-divertente

dic
01

Sei un Brontolone?

By · Comments (0)

“Secondo voi il brontolare può rientrare nell’ambito dei cosiddetti disturbi del comportamento?

Leggiamo in questo interessante documento al riguardo cosa ci dice la medicina…..”

SIAMO TUTTI BRONTOLONI?


Alzi la mano chi negli ultimi dieci giorni   non ha mai, e dico proprio mai, brontolato almeno una
volta.
Può  essere  la   coda  alle  casse  del  supermercato  che  ci  fa  improvvisamente  venire  l’irrefrenabile
desiderio  di  sbuffare  e  di  fare  commenti  sulla  intollerabilità  dell’attesa;  può  essere  l’autobus  in
ritardo a  scatenare  un  sordo  desiderio  di esplicitare  ai presenti il  proprio disappunto;  oppure  può
essere il vicino di casa che non chiude il portone di ingresso; o il coniuge che, sistematicamente,
non  piega  il  giornale  dopo  averlo  letto;  o  lo  sconosciuto  che  parcheggia  malamente  la  propria
vettura;  o.si  potrebbe  andare  avanti  all’infinito  perché  i  motivi  per  brontolare  sono  veramente
infiniti,  tant’è  che,  in  un  certo  senso,  il  “brontolare”  può  quasi  essere  considerato  unosport  di
massa.
Ma  cosa è il brontolare?  Proveremo qui a darne una spiegazione psicologica, il che non significa
che  sia  una  patologia,  semplicemente  significa  che  ogni  nostro  comportamento è  riconducibile  a
meccanismi psichici la cui conoscenza ci può aiutare a meglio capire come “funzioniamo,”e anche a
capire se, magari, non ci andrebbe di apportare qualche modifica al nostro modo di essere.
Torniamo  alla  persona  in  fila  alle  casse  del  supermercato:  questa  persona  sa  benissimo  che  può
capitare  di  trovare  la  fila,  eppure  se  ne  stupisce,  come  se  si  trovasse  di  fronte  ad  un  fatto
assolutamente nuovo, imprevedibile e catastrofico.
Più sopra  ho fatto qualche  esempio di situazioni “classiche”  che  favoriscono il brontolare,  ma  vi
invito a trovare voi altri esempi che potete con facilità ricavare dalla vostra esperienza quotidiana:
se ci badate bene, le situazioni in cui il brontolone si scatena, non sono mai situazioni impreviste ed
imprevedibili, ma, al contrario, sono situazioni già abbondantemente sperimentate e che si ripetono.
Dopo un brevissimo tempo di tranquilla attesa, quella persona in fila alle casse inizia ad agitarsi, a
muoversi da un piede all’altro, magari batte anche ripetutamente il tacco a terra come se la gamba
fosse presa da un tremito, mentre ripete “non è possibile!”, “ma come si fa!” e altri commenti del
genere.
Nel  vostro  personale  esempio  state  trovando  qualcosa  di  simile?  E’probabile,  perché  una  delle
caratteristiche  del  brontolare  è  proprio  il  bisogno  di  muovere  il  corpo,  come  se  attraverso  il
movimento  delle  gambe,  della  testa  o  delle  braccia  (le  classiche  braccia  al  cielo)  si  cercasse  di
smaltire una “energia interna” che in quel momento sta “montando dentro” in modo spiacevole.
Mentre pronuncia le tipiche frasi del brontolone, la persona alle casse del supermercato si gira di
qua e di là, alla ricerca di qualcuno che condivida il suo disappunto, che le dia man forte, che si
aggreghi a lei e non la lasci sola.
Già, perché il brontolone è terrorizzato dalla solitudine e ha bisogno di sentirsi spalleggiato.
La  persona  del  nostro esempio  ha  attorno  a  sé  diverse  persone,  ma  anche  il brontolone  solitario,
quello che mugugna a casa sua, tanto per intenderci, non parla forse ad alta voce anche se è solo?
E perché si dovrebbe parlare ad  alta voce se non per rivolgersi ad un pubblico, vero o immaginario
che sia? Un pubblico da informare sulla intollerabilità della situazione e – già che ci siamo perché
no? – della vita.
Forse state pensando che io esageri, ma è proprio così: il brontolone non si limita ad esprimere il
disappunto, magari anche motivato, che prova in quella specifica situazione; il brontolone prende
spunto  da  una  specifica  situazione  per  esprimere  sentimenti  molto  più  vasti  i  quali,  man  mano
procede, danno voce ad uno scontento generalizzato, una insoddisfazione che cova nelle profondità
della  psiche,  una  serpeggiante  sensazione  di  dubbio  che  qualcuno,  da  qualche  parte,  lo  sta
“fregando”.
Volete la prova? Eccola: chi ha le sue buone ragioni di essere scontento di una situazione, ma non è
brontolone, cerca rapidamente di fare quello che in psicologia si chiama “esame di realtà”, ovvero
analizza cosa sta accadendo, ne trae delle conclusioni logiche e cerca la soluzione al problema.

Nella  situazione  alle  casse  del  supermercato  l’esame  di  realtà  potrebbe  portare  a  questi  possibili
sviluppi: 1) pensare “è meglio che la prossima volta cambi orario per fare la spesa, perché a questo
c’è veramente troppa ressa”; 2) pensare “non mi piace fare la fila, ma non c’è altra scelta, perciò
aspetto  con  calma  il  mio  turno.  Arrabbiarsi  fa  sprecare  energie  per  niente”.  3)  pensare  “  ho
veramente  i minuti contati,  chiedo se  mi fanno passare,  sapendo però che  anche gli altri possono
avere la mia stessa premura e che quindi potrei anche sentirmi dire di no”.
Insomma chi non è brontolone cerca una soluzione o, se questa non c’è, cerca di adattarsi alla realtà.
Il  brontolone  invece  non  vuole  la  soluzione!  Provate  a  dire  a  quella  persona  che  si  sta  agitando
“passi pure prima di me” e vi sentirete rispondere che no, che lei aspetterà eroicamente, che non
vuole fare ingiustizie, ma che si sappia che sta soffrendo.
E, se per caso accetta, non crediate che vi ringrazi! Prenderà la vostra offerta come un atto dovuto e
cercherà di farvi sentire anche in colpa, come se quella lunga attesa l’aveste escogitata proprio voi.
Non è  bella  la  vita  del brontolone  – sospesa  tra  la sensazione di un perenne possibile  agguato da
parte  di  una  realtà  ostile  e  la  nostalgia  di  un  mondo  dove  tutto  fila  liscio,  senza  intoppi  e  senza
conflitti  -  eppure  tutti,  chi  più  chi  meno,  ci  caschiamo  in  qualche  brontolata,  sapendo  già  in
partenza che non serve assolutamente a risolvere il problema che l’ha generata.
Perché? A quale bisogno profondo dà voce la brontolata?
Qui ci viene in aiuto la biologia, quando ci spiega che la più elementare risposta che un organismo
vivente, anche formato da un’unica cellula,  dà all’ambiente, è proprio basata sul riconoscimento di
uno stimolo “cattivo”.
Come dire: gli stimoli cattivi vengono subito riconosciuti, mentre lo stato di benessere no.
In altre parole: lo stimolo cattivo viene subito riconosciuto come pericolo, lo stato di benessere lo si
dà per scontato, è “ovvio” e, quindi, non viene riconosciuto.
Di conseguenza lo stimolo cattivo mette subito in subbuglio, mentre il riconoscimento dello stato di
benessere   richiede   un   percorso   molto   più   sofisticato   che   passa   attraverso   la   coscienza,   la
consapevolezza di sé, la capacità di relazionarsi con l’ambiente.
Secondo  questo  modello  di  interpretazione,  il  brontolone  cronico  è  una  persona  in  difficoltà  a
mantenere   con   l’ambiente  relazioni   articolate   e  “pensate”   e  tende  ad  esprimersi  in  termini
elementari (buono-cattivo; mi piace- non mi piace).
E’ una persona che soffre, senza saperlo, di una grande nostalgia per una sorta di “età dell’oro”, un
“paradiso terrestre”, un grembo materno, in cui lui era solo oggetto di cure date senza che nulla gli
venisse chiesto in cambio, in cui il nutrimento arrivava copioso senza che lui dovesse fare fatica, in
cui, per il solo fatto di esistere, riceveva continue gratificazioni.
E’ una persona che si sente profondamente sola in questo grande mondo di cui non riesce a capire
né il senso né le regole, e che vorrebbe tanto avere accanto a sé una figura materna soccorrevole e
disponibile,  pronta  a  prenderlo  in  braccio  e  a  cullarlo  per  farlo  calmare  nella  sua  improvvisa
disperazione.
A questo punto credo sia chiaro perché a tutti piace  cedere, almeno qualche volta, alla tentazione di
brontolare:  è  l’illusione  di  poter  ritrovare  l’infanzia  remota  che  non  può  più  rivelarsi  se  non
attraverso i sogni o i sintomi.
E’ la nostra parte infantile che grida ” mi avevate promesso che crescere sarebbe stato bello, ma non
è così!mi avete imbrogliato!fatemi scendere!”.
Tuttavia la brontolata non dà soddisfazione e, passato il primo momento in cui si ha la sensazione di
aver scaricato la tensione, resta una diffusa insoddisfazione e un senso spiacevole di impotenza che
rischia di instaurare un circolo vizioso.
Cosa fare? Qual è l’antidoto?
Il problema è complesso, perché, come si sarà capito, non si tratta di modificare aspetti esteriori del
comportamento, ma di cambiare il modo interno di rapportarsi alle cose.
Si tratta di rivalutare quelle competenze psichiche e relazionali che ci permettono di considerare le
esperienze  in  termini  più  articolati;  di  esercitare  quell’esame  di  realtà  che,  per  il  solo  fatto  di

riuscire a farlo, ci fa sentire bene, adulti, protagonisti della nostra vita; di sentire intimamente che il
senso della vita è attraversarla, come si farebbe in un lungo viaggio avventuroso.
E,  per  fare  questo,  è  necessario  sapersi  staccare  dall’illusione  infantile  di  un  mondo  magico  e
perfetto fatto a misura dei nostri desideri, per incontrarsi con le personali risorse che riguardano la
capacità logica, la capacità di tollerare le frustrazioni e, importantissima, la capacità di sorridere.
Adelaide Baldo
(medico psicoterapeuta)

Pubblicato su “Giornale di Brescia”
Pagina “Medicina e Salute”

Partecipa con noi a  questa divertente iniziativa, assisterai all’inizio del tuo cambiamento sulla strada verso il Miglioramento Personale che ti porterà all’Eccellenza .

Leggi il REGOLAMENTO qui o direttamente nella nostra pagina facebook

Ciò che caratterizza una qualità vincente di un soggetto rispetto ad un altro è la capacità di gestire il cambiamento, affrontando con maturità le sfide della vita, mettendosi continuamente in discussione anziché appoggiarsi alle scuse ricercando gli errori negli altri.

Se accetti la sfida, le SCHEDE DI AUTOVALUTAZIONE che troverai più avanti in questo documento, ti serviranno per monitorare il tuo impegno e per cominciare un percorso di autovalutazione e di Miglioramento Personale alla ricerca dell’Eccellenza.

A tutti coloro che accetteranno la sfida di Miglioramento Personale e che sistematicamente compileranno la scheda di valutazione e partecipazione, verrà riservata una piacevole SUPER sorpresa a ricordo di questo percorso condiviso, si tratta di un OMAGGIO A TE RISERVATO del valore di 150,00 €

Ci siamo!!!

Per facilitare la riuscita di questo difficile lavoro su se stessi abbiamo costruito un percorso per gradi, affinchè tu ti possa concentrare su alcuni punti ogni settimana, in questo modo ti apparirà più soft l’approcio al nuovo atteggiamento che desideriamo possa divenire automatico e quindi senza sforzo alcuno al termine dei 21 giorni.

Poichè come abbiamo accennato nel post 21 GIORNI SENZA LAMENTARSI, il termine LAMENTELA è troppo generico e va approfondito e sviscerato nello specifico, nella

PRIMA SETTIMANA di allenamento ti proponiamo di focalizzare la tua attenzione in particolare all’astensione dai seguenti atteggiamnti di seguito specificati:

  • BRONTOLIO – Atteggiamento di chi si lagna a voce più o meno bassa proferendo parole di risentimento
  • VITTIMISMO – Atteggiamento di chi si considera, spesso senza motivo, trascurato, maltrattato dagli altri, incompreso
  • PROTESTA – Contestazione, manifestazione espressamente dichiarata in modo sentito e forte di un sentimento, di una convinzione; una presa di posizione risentita contro chi o contro ciò che appare iniquo, illegittimo, dannoso

Per ogni obiettivo sopra elencato, suggerito per la PRIMA settimana di allenamento alla sospensione dalle lamentele,  che troverete anche nella scheda al link sottostante, seleziona per ogni domanda il punteggio che ritieni più rappresentativo della tua performance verso il tuo Miglioramento Personale.

Clicca qui per Compilare la tua SCHEDA di VALUTAZIONE – 1°  Settimana e per aver diritto al Super OMAGGIO del valore di € 150,00

 Dopo aver compilato la SCHEDA DI VALUTAZIONE, nella seconda pagina, troverete i risultati riferiti al punteggio ottenuto per scaglioni di valutazione che potrete consultare per una maggior consapevolezza del grado di autonomia ed automatismo raggiunti rispetto al nuovo atteggiamento/abitudine di astensione dalle lamentele.

Per la SECONDA SETTIMANA settimana di allenamento ti proponiamo di focalizzare la tua attenzione in particolare all’astensione dai seguenti atteggiamnti di seguito specificati:

  • IMPRECAZIONI -ovvero Bestemmie, Insulti, Invocazioni di malanni, di sventure su chi è oggetto di risentimento, di odio.
  • CRITICA/GIUDIZIO  – esternazione gratuita di ciò che si pensa di qualcuno o di qualcosa senza che ne venga fatta esplicita richiesta; una valutazione su fatti o persone che assume un tono di sentenza o verdetto tendenti al castigo o colpevolezza più che ad un feed back costruttivo.
  • POLEMICHE – Controversie, Discussioni vivaci e combattive, dettate da animosità, a livello scritto o verbale, condotte in un dibattito tra due o più persone spesso solo per il gusto di contraddire o per sfogo personale.

Per ogni obiettivo sopra elencato, suggerito per la SECONDA settimana di allenamento alla sospensione dalle lamentele,  che troverete anche nella scheda al link sottostante, seleziona per ogni domanda il punteggio che ritieni più rappresentativo della tua performance verso il tuo Miglioramento Personale.

Clicca qui per compilare la tua SCHEDA DI VALUTAZIONE – 2° Settimana e per aver diritto al Super OMAGGIO del valore di € 150,00

Per la TERZA SETTIMANA settimana di allenamento ti proponiamo di focalizzare la tua attenzione in particolare all’astensione dai seguenti atteggiamnti di seguito specificati:

  • RECRIMINAZIONI -Rimproveri o lamentele pervasi di rancore o meglio gli atti con in quali si ritorcono delle accuse contro gli accusatori.
  • MALCONTENTO  – l’esternazione di uno stato psicologico di chi non è soddisfatto
  • PETTEGOLEZZI – Chiacchiere inopportune e indiscrete, tese a mettere in cattiva luce qualcuno e a commentarne maliziosamente la condotta

Per ogni obiettivo sopra elencato, suggerito per la TERZA settimana di allenamento alla sospensione dalle lamentele,  che troverete anche nella scheda al link sottostante, seleziona per ogni domanda il punteggio che ritieni più rappresentativo della tua performance verso il tuo Miglioramento Personale.

Clicca qui per compilare la tua SCHEDA DI VALUTAZIONE – 3° Settimana e per aver diritto al Super OMAGGIO del valore di € 150,00

 

 

 

nov
22

21 giorni senza lamentarsi

By · Comments (2)

21 giorni senza lamentarsi

.

Sarà facile? difficile? Perchè proprio 21 giorni? Vi dico subito che è molto difficile realizzare un digiuno ininterrotto di 21 giorni senza lamentarsi. La media giornaliera di lamenti di un uomo (0 donna), e di circa 20 lamentele al giorno. E qui bisogna realizzare una serie di 21 giorni consecutivi senza lamentarsi. Ad ogni lamento bisogna ripartire il conteggio da zero, ed iniziare una nuova serie. Perchè 21 giorni? perchè secondo una credenza della Moderna Psicologia, 21 giorni sono il tempo minimo per stabilire nell’uomo una nuova abitudine: in questo caso l’abitudine di non lamentarsi.

.

Il Metodo di Will Bowen

.

Il Pastore Bowen ha anche fornito ai suoi fedeli un metodo per aiutarli a realizzare questo scopo. Bisogna indossare un braccialetto di plastica color viola in cui sta scritto “Io Non Mi Lamento” per quanto riguarda gli Italiani, oppure “A Complaint Free World” per quanto riguarda gli Anglofoni, oppure “Un Mundo Sin Quejas” per quelli di lingua spagnola. Quindi autoosservarsi, e ogni qual volta ci si accorge di lamentarsi, bisogna spostare il braccialetto viola nell’altro polso e ricominciare il conteggio da capo. Capito come funziona? Certo è che ogni volta che ti accorgi di lamentarti e sposti il tuo bracciale viola di polso, acquisisci sempre maggiore forza, esperienza e convinzione.

.

Le lamentele

.

Cosa intende il Pastore Bowen per lamentele? O meglio, cosa comprende questo termine nei suoi vari significati? Con il termine generico di lamentele il pastore Bowen intende di astenersi da ogni tipo di lamentela, di vittimismo, di brontolio, di malcontento, di imprecazione, di recriminazione, di critica, di polemica,di giudizio, di protesta, di pettegolezzo. E’ un po troppo? Chissà, ma quello che è certo è che lamentarsi è diventata ormai un’abitudine, un diletto, un riflesso condizionato del quale non riusciamo più a farne a meno. Ci lamentiamo per il tempo, ci lamentiamo per il traffico stradale, della situazione economica, della politica, della salute, del proprio partner, degli amici, dei colleghi di lavoro, del lavoro sia che c’è , sia che manca, etc. . Per non parlare dei pettegolezzi che sono sempre all’ordine del giorno in ogni salotto.

.

Louise Hay

.

A proposito di pettegolezzi ecco un’esperienza diretta di Louise Hay, la famosa scrittrice americana del Pensiero Positivo. Agli inizi del suo percorso Louise Hay si accorse sulla propria pelle degli effetti nocivi del pettegolezzo. Quindi decise che si sarebbe astenuta da ogni forma di pettegolezzo. Disse la stessa signora Hay, che per un mese intero rimase completamente muta, non aveva proprio nient’altro da dire. Ma dopo quel mese cominciarono a manifestarsi gli effetti positivi di quel digiuno di gossip, e riusciva a parlare di nuovo, senza dover per forza spettegolare di qualcuno o con qualcuno. Fu per lei una grande lezione e una grande dimostrazione del condizionamento umano alle abitudini.

.

Il mio braccialetto faidate

Una precisazione

.

Non contano le lamentele espresse mentalmente, ma non esternate. Se siete riusciti a trattenervi in tempo, le lamentele pensate non costituiscono una penalità. Un’ultima cosa, il rev. Will Bowen ha scritto un libro su questo argomento, che è venduto in tutto il mondo assieme ad un braccialetto viola di plastica. Ma tu non sei costretto nè a comprare il libro e nemmeno il braccialetto viola. Puoi usare un semplice fermaglio elastico dei capelli, come ho fatto io. Un’ultima notizia, nel primo semestre del 2006, da quando furono diffusi questi braccialetti anti-lamento, oltre sei milioni di persone hanno aderito alla sfida del rev. Will Bowen. Sebastiano ha cominciato da otto mesi, e dopo circa 3 mesi e mezzo realizzò la sua prima serie di 21 giorni senza lamentele, e a quanto dice, è stato un percorso fantastico.

.

Chi vuole accettare la sfida?

.

Le statistiche dicono che tutti possono riuscire a realizzare una serie di 21 giorni consecutivi senza lamentele, occorrono di media dai 4 ai nove mesi, ma il risultato ti ripaga enormemente del tuo tempo. Chi vuole accettare questa sfida? Non c’è nessun impegno verso nessuno, ma solo con voi stessi. Abbiamo solo da guadagnarci in termini di miglioramento personale, abbassamento dello stress ed un notevole miglioramento delle relazioni con gli altri, insomma una vita più felice. Perchè non provare? Sebastiano di http://scienzanewthought.wordpress.com stà continuando a farlo, ormai sono da quattro mesi che riesce a raggiungere i 21 giorni consecutivi senza lamentele. Provaci anche tu. Fammi sapere! Io ci provo….

http://scienzanewthought.files.wordpress.com

Provaci anche tu!… Io ci provo (Maggy)

Rendici partecipi della tua esperienza in questa sfida

raccontaci le tue difficoltà e le tue soddisfazioni

facci sapere quanto abbia contribuito questo atteggiamento a migliorare la tua vita

hai a disposizione la sezione commenti sotto all’articolo o clicca qui...

OPPURE

clicca sull’immagine ed ENTRA a far parte del Gruppo facebook ACCETTA LA SFIDA

 in bocca all’Assoluto!!!!


Cari amici

Oggi Leo Babauta, uno dei migliori blogger “zen” è sbarcato in Italia con uno dei suoi ottimi lavori!

Ci hanno pensato gli amici di I Feel Good a tradurre il suo ottimo ebook

“Zen to Done – Organizzati la vita!”

Leo ti guida alla scoperta dei principi che ti permettono di GESTIRE IL TEMPO
al meglio, dando la giusta priorità alle cose importanti e portando a termine
tutti i compiti che ti prefiggi!

*******************************************************
Scopri di cosa si tratta cliccando sull’immagine qui sotto:

==>


<==

*****************************************************************

L’ebook di Leo Babauta è completamente in italiano, costa MENO DI 10 EURO
e in più, acquistandolo, avrai la possibilità di GUADAGNARE da subito
rivendendolo ai tuoi contatti, con una commissione del… 100%!

Credo fermamente nel lavoro di Leo Babauta e
lo reputo un autore straordinario, ho scaricato l’Ebook
e sto mettendo in pratica i suoi preziosi consigli con ottimi risultati !

Tutti i dettagli sono qui:

Quando lo leggerai capirai, già dalle prime pagine, che sarà semplice, immediato
e soprattutto entusiasmante riuscire a mettere in pratica i consigli di Leo Babauta.

Troverai in questo ebook anche note aggiuntive, illustrazioni e
consigli pratici originali, oltre alla sezione esclusiva “Vitagenda
con tutti i segreti di un’Agenda Planner favolosa per organizzare
i tuoi spazi di lavoro e di piacere senza dover rinunciare a nulla.

A questo punto non mi resta che augurarti Buona Lettura e a presto!

Sonia Maggy

Categories : Libri, Sapevi che..., Tutti
Comments (0)
mag
25

L’ormone della Fiducia

By · Comments (0)

L’ormone della Fiducia


Viene rilasciata durante il parto ma anche durante l’orgasmo. E perfino quando vediamo una faccia che ci ispira fiducia. Le ultime scoperte sull’ossitocina:

Lo dicono tutte le neomamme quando accolgono tra le braccia la creatura che hanno appena partorito: il dolore intenso del travaglio sembra passare all’istante, per lasciare il posto a una sensazione di intimità e di rilassamento unita a un legame profondo e a un desiderio di dedizione totale per un altro essere umano, che pure quel dolore l’aveva provocato, ma che diventa all’improvviso la persona più importante della Terra. In quel particolare momento della vita di una donna nel circolo sanguigno si registra il picco massimo di un ormone: l’ossitocina. Non è una semplice coincidenza.

Ormone di serie B?

L’ossitocina fino a pochi anni fa occupava solo qualche riga nei trattati di endocrinologia. Il suo unico ruolo sembrava essere quello di regolare le contrazioni uterine durante il parto (la parola “ossitocina” deriva dal greco e significa letteralmente “parto rapido”) e di contribuire a stimolare la produzione di latte da parte della ghiandola mammaria. Eppure un indizio evidente avrebbe dovuto invitare a non sottovalutarne troppo l’importanza: l’ossitocina è uno dei pochissimi ormoni prodotti direttamente dal cervello, e precisamente dall’ipotalamo, una regione che entra in gioco in una serie di meccanismi primordiali, come la fame, la sete e la regolazione della temperatura, e la sessualità.

Il primo passo per capire il vero ruolo giocato dall’ossitocina è venuto dall’osservazione degli altri animali. Non siamo infatti l’unica specie che stabilisce legami profondi e duraturi con la prole. L’attaccamento che mostra una mucca per il suo vitellino o una gatta per i suoi micini è assai simile a quello di una mamma umana verso un neonato. Che alla base ci sia lo stesso meccanismo biologico? Diversi studi hanno provato che è proprio l’ossitocina, rilasciata nell’organismo durante la gravidanza, il parto e l’allattamento, a innescare questo senso di accudimento: un’infusione di ossitocina a una pecora, per esempio, la spinge a riempire di amorevoli attenzioni un agnello non suo. L’ossitocina che inonda la circolazione sanguigna al momento del parto va infatti a legarsi a particolari recettori del cervello che inducono riorganizzazioni neuronali il cui risultato finale, nelle femmine della maggior parte dei mammiferi, è quello di potenziare il legame nei confronti del figlio appena nato. 
Ma non finisce qui.

Fiducia in spray

Nel 2004 l’ossitocina risveglia l’attenzione degli economisti. Il merito è degli studi di Paul Zak, direttore del centro di neuroeconomia dell’Università di Claremont, in California, che scopre una nuova proprietà dell’ormone: quando una persona ci ispira fiducia, al punto tale da indurci a prestarle denaro senza garanzie di restituzione, nel nostro sangue si alza il livello di ossitocina. “Sembra proprio che possediamo un sistema interno di guida che ci spinge a fidarci o meno degli altri” afferma lo scienziato. Quello di Zak si aggiunge a una serie di studi che mostrano chiaramente che il ruolo dell’ossitocina non si limita alla gravidanza. Viene infatti rilasciata quando una persona istintivamente ci piace (per i suoi modi di fare, per quello che dice, o semplicemente per la sua faccia), provocando, sia negli uomini che nelle donne, un senso di benessere e di gratificazione mentale che favorisce l’empatia e la socializzazione e che spinge a essere più generosi e bendisposti di quello che si è normalmente. Da ormone della gravidanza l’ossitocina viene battezzata “ormone della fiducia”. Ernst Fehr all’università di Zurigo prova a spruzzarne un po’ nel naso di alcuni volontari per verificare se diventano più disponibili ad affidare il proprio denaro ad altri. L’esperimento riesce.

Topi monogami

Ma la scoperta più interessante è un’altra, e viene ancora dall’osservazione degli animali. O meglio: di qualcosa che, fino a pochi anni fa, si è sempre ritenuto peculiare della specie umana. Si tratta di quel particolare legame che tiene unita una coppia per lungo tempo o addirittura per la vita, e che viene comunemente chiamato “amore”. Decantato da poeti, musicisti e romanzieri per secoli, è sempre stato associato a un cervello più evoluto, capace di trasformare gli istinti primordiali in nobili sentimenti. A sgonfiare gli entusiasmi ci ha pensato Larry Young, professore alla Emory University di Atlanta. Secondo il biologo americano, l’amore romantico non è affatto un’esclusiva umana: a condividere un attaccamento viscerale e profondo verso il proprio partner, al punto da giurargli fedeltà per la vita, c’è almeno un altro mammifero, diffuso in nordamerica: l’arvicola della prateria, un roditore simile al nostro topo campagnolo.

Quando due arvicole si accoppiano, mettono in atto un vero e proprio tour de force sessuale, che comprende una quindicina di accoppiamenti in un solo giorno. Dopo questa maratona d’amore i due roditori non si lasceranno mai più: il maschio arriva addirittura a cacciare le femmine in calore che lo importunano. La ragione, come è stato dimostrato, starebbe proprio nell’ossitocina liberata durante i rapporti sessuali. Iniezioni di ossitocina li inducono infatti a legarsi anche senza accoppiamenti, mentre antagonisti dell’ossitocina bloccano la nascita di un legame. Ma c’è di più: se si manipola il genoma dell normalissimo topo (uno degli animali più infedeli che ci sia) facendo iperesprimere l’ossitocina, lo si trasforma in uno specchio di fedeltà. Insomma, secondo Young quello stato emotivo persistente che porta a focalizzarsi continuamente su un altro essere umano, che induce anche a sacrificare se stessi e le proprie esigenze per la persona amata, è strettamente imparentato con l’amore materno, ed è mediato dai medesimi meccanismi ormonali.

Freud aveva ragione

Ed ecco quindi messo l’ultimo pezzo del puzzle. L’ipotesi per cui l’amore coniugale segua gli stessi meccanismi dell’amore materno spiegherebbe infatti certe caratteristiche uniche della sessualità umana. Per esempio il fatto che l’ossitocina venga ampiamente prodotta in entrambi i sessi durante i rapporti sessuali, e in particolare durante l’orgasmo. O il fatto che il desiderio sessuale femminile non sia presente solo durante il periodo della fertilità: per mantenere il legame amoroso, i due partner devono accoppiarsi molto spesso. E anche la grande valenza erotica del seno per il maschio avrebbe una ragione: attiva gli antichi sistemi dell’amore materno. La stimolazione della cervice uterina e delle mammelle durante l’atto sessuale, che riproducono la “meccanica” del parto e dell’allattamento, rinforzerebbero il legame con il partner. Si spiegherebbe anche perché l’innamoramento e l’amore romantico provochino una sorta di regressione infantile nel linguaggio e nei comportamenti. Perfino il bacio, che suggella e rinforza il nascente legame tra due persone, potrebbe ricalcare l’antico modo in cui la madre nutriva il figlio, passandogli il cibo con la bocca. Insomma, la scienza darebbe un’altra volta ragione a Freud, che ravvisava, nell’amore per un partner, la riproduzione di quel legame biunivoco di esclusività già vissuto alla nascita.

Come una droga

Ma in che modo agisce l’ossitocina nel cervello? Sembra che agisca a livello dei centri del piacere, incrementando la secrezione di dopamina. Questa induce piacere e benessere, rinforzando i comportamenti che ne favoriscono la produzione, fino a indurre talvolta forme di dipendenza. Queste aree cerebrali hanno infatti la funzione fondamentale di motivare persone e animali a cercare il cibo e il sesso, e sono anche le aree su cui agiscono droghe come la nicotina, l’eroina o la cocaina.

Anche se il suo ruolo appare oggi determinante, l’ossitocina non è tuttavia l’unico ormone implicato nell’amore. Oggi i riflettori si stanno accendendo anche sulla vasopressina, anch’essa prodotta dall’ipotalamo e finora sottovalutata (attualmente è noto soprattutto per il suo potere antidiuretico). La vasopressina sembra importante soprattutto nel maschio, contribuendo a cementare il legame con la femmina, a stimolare l’aggressione verso i potenziali rivali e a favorire l’istinto paterno, cioè la predisposizione a mantenere e nutrire i figli. Si è anche visto che nell’uomo variazioni del gene della vasopressina determinano una qualità diversa del legame di coppia: c’è una particolare variante più frequente tra gli scapoli e tra i mariti di donne che si definiscono insoddisfatte. I due ormoni ipotalamici, pur essendo prodotti in entrambi i sessi, mostrano tuttavia alcune differenze non del tutto chiare: nell’uomo il livello di vasopressina nel sangue sale anche durante la fase di attesa sessuale, oltre che, come l’ossitocina, durante l’orgasmo. Nella donna sembra che l’ossitocina sia importante sia nella fase di flirt che durante il rapporto sessuale.

Oltre a questi, restano ancora diversi misteri da svelare. Il sentimento iniziale di innamoramento, per esempio, segue probabilmente circuiti diversi. In una prima fase, infatti, più che un senso di piacevole benessere, prevale una componente euforica e ossessiva, che sembra essere mediata soprattutto da altri neurotrasmettittori, come la serotonina e la feniletilenamina, una sostanza che agisce in maniera simile all’anfetamina. Un gruppo di ricerca di Pisa, coordinato da Donatella Marazziti) ha dimostrato che nelle prime fasi gioca un ruolo fondamentale la serotonina, un neuromodulatore implicato anche nei disturbi ossessivo-compulsivi. Questa fase durerebbe solo i primi mesi, dal momento che un anno dopo i primi tumulti amorosi la concentrazione di serotonina si normalizza.

Filtri d’amore

Quel che è certo è che le nuove conoscenze hanno importanti ricadute. Se l’amore è scatenato da una strana miscela di neuropeptidi e neurotrasmettitori, potrebbe essere favorito o inibito artificialmente. Si potrebbero cioè sintetizzare farmaci allo scopo di rinforzare un legame d’amore (in Australia sono in fase di studio speciali “coadiuvanti della terapia di coppia”) oppure per diminuire un sentimento nei confronti di un ex che non ci ama più ma che non riusciamo a dimenticare. E un domani, dopo aver accumulato un certo numero di delusioni, ci si potrà forse vaccinare contro l’amore.

Qualcosa in commercio già esiste. Su internet è in vendita l’”Enhanced Liquid Trust”, uno sciroppo a base di ossitocina e feromoni che dovrebbe rinforzare la fiducia, e che ricorda il mitico filtro d’amore da sciogliere di nascosto nel bicchiere di una persona che amiamo ma che non ci degna di uno sguardo. Inoltre sono in fase di studio test genetici che potrebbero aiutarci a giudicare, recuperando il DNA della persona con cui vorremmo convolare a nozze, se il nostro futuro partner è portato per la vita di coppia o meno. Nel caso non lo fosse, si potrà sempre ricorrere a qualche “iniezione di monogamia”…

Marta Erba

tratto in parte da FOCUS EXTRA n. 38 – Che cos’è l’amore

Articoli correlati:

Il mistero del Bacio

Noi siamo ciò che pensiamo

mag
12

Il mistero del Bacio

By · Comments (0)

IL BACIO

Il mistero del bacio:

più gioia e meno stress
con ossitocina
e cortisolo


Dall`apostrofo rosa, all`ormone del benessere, della felicità e della fiducia. Se un famoso proverbio definisce il bacio “l`apostrofo rosa tra le parole t`amo”, un gruppo di psicologi statunitensi lo ha invece definito “una questione chimica”. Così, se per la saggezza popolare un bacio regala sensazioni positive perché suggella l`affetto tra due persone, per gli studiosi americani il segreto del benessere dettato dallo sfiorarsi le labbra è invece nella catena di reazioni chimiche che il bacio provoca. La ricerca, condotta da un gruppo di ricercatori del College Lafayette (Pennsilvanya) guidati da Wendy Hill, ha per la prima volta dimostrato che il bacio agisce positivamente sull`umore delle persone poiché abbassa i livelli di cortisolo – l`ormone dello stress – e alza quelli dell`ossitocina – l`ormone del benessere e della socialità.

Dal bacio un piacere “chimico”. Il piacere che deriva dal bacio, dunque, è una questione chimica, e dipende direttamente dal cervello. Come dire: lingua e labbra sono veicoli di un cambiamento che influisce direttamente sui nostri centri nervosi. La scoperta verrà presentata a Chicago all`American Association for the Advancement of Science nei prossimi giorni.

Lo studio del Lafayette College. Gli studiosi hanno per la prima volta individuato i cambiamenti nel corpo umano causati dal bacio, per capire come mai lo sfregamento delle bocche – accompagnato spesso dall`umidità della lingua che accarezza le labbra – generi una sensazione di benessere. I ricercatori hanno allora testato i livelli di cortisolo – l`ormone dello stress – e dell`ossitocina – l`ormone del benessere – in 15 coppie prima e dopo essersi baciate.

I risultati. Dai risultati è emerso che tanto negli uomini quanto nelle donne il livello di cortisolo risultava più basso dopo il bacio, con conseguente sensazione di benessere dovuta alla diminuzione dello stress per entrambi, mentre l`ossitocina, cioè l`ormone del benessere e della socialità, risultava aumentata solo negli uomini. In quest`ultimo caso la differenza tra i due sessi, spiegano i ricercatori, sarebbe dovuta al fatto che i baci sono stati scambiati, per poterne monitorare le conseguenze, in laboratorio, e di conseguenza la scenografia “poco romantica” potrebbe aver inibito le donne, generalmente più sensibili degli uomini all`atmosfera che le circonda. Non è comunque ancora del tutto chiaro come baciare possa provocare queste reazioni ormonali, spiega Hill, ma alcuni scienziati ritengono che la molla che fa scattare il meccanismo sia lo scambio di feromoni attraverso la saliva.

Come una droga? Per rimanere in tema di attività chimiche scatenate da un semplice bacio, diversi studi avrebbero anche dimostrato che i baci hanno uno stretto legame con l`attività neurologica, e che scatenano nel nostro cervello effetti simili a quelli provocati dalla cocaina, in modo positivo.

Miriam Cesta


APPUNTAMENTO CON

slovenia febbraio 2016.001
Week end dedicato a tutti gli INNAMORATI…….
del RELAX e della buona compagnia

 

Accoppiati e Singles…
dedichiamo questo week end
alla CURA e all’ AMORE
per noi stessi, prima di tutto,
per le relazioni sociali
e per gli amici e compagni di viaggio


TI PIACE L’IDEA….?

 

hotel-balnea-terme-dolenjske-toplice-dolenjske-toplice-48047_clientHome
Località: 
Slovenia           

HotelBalnea01_big

Struttura: Hotel Balnea ****superior – Dolenjske Toplice (Uno dei sette migliori Wellness Hotel d’Europa. Arredamento esclusivo. Materiali naturali. Corridoio panoramico in vetro per raggiungere il centro benessere Balnea. Atmosfera intima.)

Periodo:  dal 12 al 14 dicembre 2016 ( 3gg/ 2 notti)

 

  • SERVIZI COMPRESI nel pacchetto:
  • sistemazione nell’ Hotel Balnea****S
  • 2 mezza pensione (cena, pernottamento e colazione)
  • accappatoio in camera
  • accesso alle piscine termali per Terme Dolenjske Toplice
  • accesso illimitato alle saune
  • utilizzo illimitato della Palestra Panorama
  • accesso internet wifi
  • ogni giorno acqua aerobica e idroginnastica
  • camminata Nordica
  • bagno notturno romantico con bicchiere di spumante il venerdì sera fino alle ore 23.00
  • ballo di San Valentino sabato sera 13 febbraio
  • ricco programma di animazione

____________________________________________

  •   SUPPLEMENTI non conteggiati nella quota:

- camera singola: 15,00 EUR/ giorno
- pensione completa: 10,00 EUR/ giorno (pranzo)
- bevande ai pasti
- per l’occasione sono previsti trattamenti individuali di rilassamento in acqua 22,00€ (30′) su prenotazione
- Massaggi e bellezza a scelta: massaggi classici, tailandesi e hawaiani, riflessoterapia, aromaterapia, massaggi al miele, alle erbe… c’è solo l’imbarazzo della scelta!
- tassa turistica: 1,27 EUR/ giorno
- viaggio di andata/ritorno a proprio carico (stimate in €35/40,00 per persona A/R per chi parte da Venezia)

____________________________________________

QUOTA PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA:  €. 153,00 

Posti limitati, fino ad esaurimento camere disponibili in Hotel.

____________________________________________

 

Come aderire   L’adesione all’iniziativa viene confermata con il versamento di una caparra di €. 50,00 che puoi agevolmente regolarizzare seguendo le istruzioni che ti invieremo al tuo indirizzo email, mentre il saldo potrà essere versato al momento dell’arrivo in loco. 

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partire. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La partecipazione si riterrà confermata solo all'avvenuto versamento della quota a titolo di caparra di €.50,00

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff de ilfilodimaggy.it

 

 

AFFRETTATI!!! – Sarebbe un dispiacere per noi
doverti lasciare a casa al RAGGIUNGIMENTO DEL LIMITE di posti disponibili

 

Lasciati conquistare
da un’ ATMOSFERA calda ed accogliente
che puoi respirare insieme a noi
 

COMES WITH US

 

INFO e PRENOTAZIONI: telefono 340.7969041  e-mail: goocity.sg@gmail.com

In questo Video ( TERME TOPLICE ) puoi vedere alcune immagini della struttura

La mappa qui

invitare-amici-facebook

ott
08

ritrova EQUILIBRIO e SALUTE

By · Comments (0)

locandina ai due laghi6.001

* Quanto importante è la tua SALUTE?
* Hai vissuto episodi in cui la tua salute è stata minacciata?
* Ti piacerebbe incontrare qualcuno che come te ha vissuto episodi di MALattia
ed è riuscito a trasformarle in BENattia???

ilfilodimaggy TI INVITA all’incontro organizzato per conoscere questo argomento

il sapere di 6000 anni

Quando:
VENERDì 16 OTTOBRE 2015
Incontro: ore 19:30 – 20:30 
Al termine dell’incontro 
CENA A TEMA: “Specialità Tirolesi”
prezzo riservato ai partecipanti all’incontro € 15,00

Dove:
Agriturismo e Oasi Benessere 
“AI DUE LAGHI”
Via Bargellesi, 2
Gambulaga – Ferrara

Apri il video e pregustati l’oasi naturale in cui ci incontreremo

I posti sono limitati -
Prenota ORA e conferma la tua presenza a

Sonia 340 7969041
Nicola 330 612347
info ildiamantedellanatura@gmail.com

Sei autorizzato ad invitare i tuoi amici.
Ti aspettiamo!!!

Agriturismo Ai Due Laghi
Sonia Guerra
Nicola Cartura

 locandina ai due laghi6.001


APPUNTAMENTO CON

slovenia 26 29 dic 2015 s.001
Week end dedicato a tutti gli amanti del RELAX e della buona compagnia

 

Accoppiati e Singles…
dedichiamo queste festività alla cura
di noi stessi e delle relazioni sociali
con i compagni ed amici di viaggio

 

hotel-balnea-terme-dolenjske-toplice-dolenjske-toplice-48047_clientHome
Località: 
Slovenia           

HotelBalnea01_big

Struttura: Hotel Balnea ****superior – Dolenjske Toplice (Arredamento esclusivo. Materiali naturali. Corridoio panoramico in vetro per raggiungere il centro benessere Balnea. Atmosfera intima.)

Periodo:  dal 26 al 29 dicembre 2015 ( 4gg/ 3 notti)

 

  • SERVIZI COMPRESI nel pacchetto:
  • sistemazione nell’ Hotel Balnea****S
  • 3 mezza pensione (cena, pernottamento e colazione)
  • accappatoio in camera
  • accesso alle piscine termali per Terme Dolenjske Toplice
  • accesso illimitato alle saune
  • ogni giorno acqua aerobica e idroginnastica
  • camminata Nordica

____________________________________________

  •   SUPPLEMENTI non conteggiati nella quota:

- camera singola: 13,00 EUR/ giorno

- pensione completa: 10,00 EUR/ giorno (pranzo)

- bevande ai pasti

- Schermata 2015-11-08 alle 19.24.42per l’occasione sono previsti trattamenti individuali di rilassamento in acqua 22,00€ (30′)

- tassa turistica: 1,27 EUR/ giorno

- viaggio di andata/ritorno a proprio carico (stimate in €40,00 per persona A/R per chi parte da Venezia)

____________________________________________

QUOTA PER PERSONA IN CAMERA DOPPIA:  €. 199,00 

Posti limitati, fino ad esaurimento camere disponibili in Hotel.

____________________________________________

 

Come aderire   L’adesione all’iniziativa viene confermata con il versamento di una caparra di €. 50,00 che puoi agevolmente regolarizzare seguendo le istruzioni che ti invieremo al tuo indirizzo email, mentre il saldo potrà essere versato al momento dell’arrivo in loco. 

___________________________________________________________________
Nel frattempo, compila il form per verificare la disponibilità e comunicare l’intenzione a partire. Ti invieremo tutti i dettagli per completare l'iscrizione. La partecipazione si riterrà confermata solo all'avvenuto versamento della quota a titolo di caparra di €.50,00

Il tuo nome e cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo recapito telefonico (richiesto)

La tua città (richiesto)

n. di adesioni (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

Ti ringraziamo perchè ci aiuti a migliorare il nostro servizio organizzativo.
Lo staff de ilfilodimaggy.it

 

 

AFFRETTATI!!! – Sarebbe un dispiacere per noi
doverti lasciare a casa al RAGGIUNGIMENTO DEL LIMITE di posti disponibili

 

Lasciati conquistare da un’atmosfera calda ed accogliente che insieme a noi puoi respirare

COMES WITH US

 

INFO e PRENOTAZIONI: telefono 340.7969041  e-mail: goocity.sg@gmail.com

In questo Video ( TERME TOPLICE ) puoi vedere alcune immagini della struttura

La mappa qui

invitare-amici-facebook