mar
16

19 Marzo

By

E’ il dipinto di Van Gogh intitolato “Primi passi
Lo trovo particolarmente espressivo della modalità delle due figure genitoriali.

La mamma protettiva, china sul figlio, forse troppo concentrata su di lui …
Il papà pronto ad accogliere lasciando che sia il figlio a impegnarsi nel percorso…
La mamma è protesa a “far star bene” il figlio, il papà lo sospinge ad “essere capace”

Caro papà!
Tuo figlio, per crescere, ha bisogno da te questo atteggiamento: pronto a ricevere, proteso ad accogliere , senza facilitare il percorso… senza sostituirti!
“Ci sono… Vieni! … Ti aspetto…Coraggio!…”
Così, si diventa significativi per i figli.
Non dimenticarlo.

Te lo auguro con tutto il cuore.
Maria Grazia Trovati -A.Ge (Associazione Genitori) – I.R.S.E.F (Istituto di Ricerche e Studi sull’Educazione e la Famiglia)

Mi associo agli auguri di Maria Grazia e invito tutte le donne, mogli e madri ad inoltrare il messaggio a tutti i Papà che conoscono….

Grazie

Sonia Maggy

1 Commenti

1

Commento all’articolo PERCHE’ PROCASTINIAMO

Ma chi lo ha detto che bisogna finire tutto in tempi determinati? Oggi, dove il lavoro ti assorbe, la famiglia ti impegna, perfino far la spesa diventa stressante…Chi lo dice che procastinare è sempre negativo. Paradossali allora alcuni articoli di psicologi che affermano una certà positività sull’ ozio terapeutico. In buona sostanza; se oggi sono stanco perchè dovrei finire di pulire la cantina?
Mageri fuori c’è il solo e una boccata d’ aria mi farebbe molto meglio. Potrei procastinare fino al prossimo giorno di pioggia, dove non saprei cosa fare..e riordinare la cantina srebbe un impiego di tempo ottimale. Certo, procastinare ogni giorno le pulizie del bagno non è salutare…. coca67@live.it

Leave a Comment