Archive for meditazione

mag
22

Crisi=Opportunità

Posted by: | Comments (1)

Nella cultura orientale

crisi significa Opportunità

Ragazzi ci occorre la vostra attenzione e l’azione di voi, di tutti voi. Ho appena ricevuto l’invito a questa iniziativa da www.josaya.com e ho provveduto il prima possibile ad invitare tutti i lettori de ilfilodimaggy.it

Alex Di Maio di Mentenergy Italia ci ha contattato per proporci un interessante esperimento, cosa che saremmo interessati a fare ma desideriamo, anzi proprio vi chiediamo, la vostra collaborazione.

Potenzialmente siamo in tanti, sono migliaia gli iscritti alle nostre mailing list E’ normale che non sempre e non tutti aprano le email quindi non tutti lo sapranno e sarà difficile quantificare il numero di chi sceglierà di essere con noi in questi 21 giorni, però più siamo migliore sarà la vibrazione.

Leggete attentamente questo articolo e le istruzioni, semplicissime, da “agire” tutti insieme in queste tre settimane. Il concetto è dar luogo al concretizzarsi del benessere che meritiamo e sperimentare le variazioni positive che la fisica quantistica ha teorizzato e in diversi ambiti constatato con vere e proprie misurazioni scientifiche. Questo in piccola scala noi lo abbiamo già vissuto in diretta al Cerchio della Vita di Trieste – e funziona! – con una sensazionale misurazione delle emanazioni emotive dallo scienziato russo il Professor Konstantin Korotkov.

Dovremmo impegnarci tutti a fare un passaparola importante ed essere più persone che sia possibile insieme. L’esperimento parte questa sera 21 maggio e sarà completato in 21 giorni esatti e ci impegnerà solo per un quarto d’ora dalle sette alle sette e un quarto di ogni sera.

E’ anche scritto nell’articolo ma lo diciamo già qui così nessuno possa avere scuse a riguardo: chi non potesse sintonizzarsi dalle 19,00 alle 19,15 lo può fare in ogni altro momento della giornata immaginando però di farlo dalle 19,00 alle 19,15

Grazie vi amiamo
Josaya & Maggy

Ps: parliamo di esperimento sempre per le limitazioni dialettiche a cui siamo sottoposti, ma si tratta di un esperimento che funzionerà… anzi cominciamo già ad esserne grati!

“Ciò che è rimasto con noi per tutto questo tempo è la nostra abilità di elevare la nostra coscienza collettiva ad un livello dove è possibile accettare e accogliere frequenze di questo tipo. Quel livello è finalmente raggiunto e l’Universo ha deciso che adesso è tempo che queste frequenze siano presentate.

Noi tutti abbiamo l’abilità, il potere di trasportare queste frequenze di guarigione. Non è un dono per poche persone elette, guru o “persone sante”.

E’ un dono di quest’epoca; l’intelligenza e la saggezza necessarie a guidarci sono già presenti. Come membri di una razza stiamo entrando in un livello di frequenza nel quale le falsità non saranno in grado di trasportare le loro vibrazioni, ed essendo troppo dense semplicemente si estingueranno; le separazioni saranno sanate; le superstizioni saranno eliminate.

Stiamo iniziando l’eccitante percorso di scavare nelle nostre paure e di superarle, riconoscendo anche come molte di esse appaiano travestite da rituali di amore e bellezza.” (Eric Pearl)

Da ormai molti mesi, o meglio anni, i network televisivi, radiofonici e di informazione “bombardano” gli stati d’animo della Popolazione con notizie inquietanti riguardo la crisi economica e di conseguenza sociale in cui volgono i paesi occidentali.

Stiamo vivendo infatti un’epoca in cui la sicurezza economica e lavorativa di molti di noi sembra essere minata e stravolta da una new-economy giunta al fallimento: molti perdono il lavoro, non riescono a far fronte al mantenimento delle proprie famiglie, non riescono a pagare il mutuo della prima casa, ecc.. ecc..

Tutto questo diventa un vortice di pensieri sempre più pessimistico per la maggior parte della gente che inizia a sentirsi vittima di un sistema e non vede la maniera per reagire ed uscire da questa amara situazione.

Il pensiero vittimista è un pericoloso veicolo che conduce alla resa nella maggior parte dei casi, togliendo alle persone lo stimolo e la capacità di reazione. Più il pensiero di massa si focalizza sulla paura e l’impotenza più la realtà per forza di cose diverrà cupa e difficile.

Diventa quindi importante per chi riesce a vedere con lucidità questo tipo di dinamica nella società intorno a se, cercare degli strumenti di pensiero che escano da questa logica pessimistica e distruttiva e tentare quindi di condividerli a macchia d’olio con il maggior numero di persone possibile.

In questi anni sono stati condotti in molti paesi del mondo vari esperimenti globali basati sulla meditazione trascendentale per dimostrare un effetto “campo” ed i risultati di queste esperienze sono stati strabilianti:

l’Esperimento sull’ Intenzione di Pace”, ad esempio, fu condotto in zone ad altissima densità di reati e criminalità e dimostrò che quando una massa critica di partecipanti all’esperimento medita regolarmente in un’area, l’indice dei reati o dei conflitti armati diminuisce notevolmente.

Secondo Greg Braden, servirebbe un numero di partecipanti pari alla radice quadrata dell’uno per mille delle persone coinvolte in un evento per influenzare l’evento stesso.
Sappiamo quindi che i pensieri di un grande gruppo di persone concentrate in meditazione nello stesso lasso di tempo su alcune intenzioni possono modificare lo stato delle cose ed abbiamo così pensato di organizzare un gruppo di meditazione che affronti responsabilmente il problema della crisi economica con presa di coscienza.

Sarà una sorta di manifestazione silenziosa, tenuta da quante più persone orientino la vita nello studio e la conoscenza dell’Energia….

Citando Madre Teresa, non sarà una “manifestazione” contro la crisi finanziaria ma piuttosto a favore del benessere globale e della ripresa, del riequilibrio delle risorse e dell’abbondanza non solo per i paesi occidentali ma per l’intera Umanità.

Manifesteremo in silenzio, meditando ognuno nella propria casa ed in silenzio ma contemporaneamente e con le stesse intenzioni.

Stando alle analisi di Greg Braden, volendo raggiungere un numero pari alla radice quadrata dell’uno per cento della popolazione Italiana, il numero delle persone coinvolte nella meditazione dovrebbe essere nel nostro paese circa 260 persone sparse su tutto il territorio.

Quindi vi propongo di partecipare a questa meditazione di gruppo ogni giorno (per quanto possibile) per 21 giorni a partire da lunedì 21 maggio dalle ore 19 alle ore 19.15 sincronizzandoci al link della meditazione guidata:

(chi non potesse sintonizzarsi dalle 19,00 alle 19,15 lo può fare in ogni altro momento della giornata immaginando però di farlo dalle 19,00 alle 19,15)

www.radioexpo2015.it/alexdimaio/Meditazioni

Questa meditazione guidata si articola in tre principali fasi:

- l’Allineamento attraverso la ripetizione della dichiarazione: Io sono Gioia, Amore e Gratitudine

- La presa di responsabilità e

- la ripulitura attraverso il mantra di Ho-Oponopono:

Ti Amo
Mi Dispiace
Perdonami
Grazie

– l’Attrazione attraverso la Visualizzazione individuale di situazioni di benessere e di felicità

Si è inoltre pensato di stimolare in chiusura della meditazione il primo Chakra attraverso il colore Rosso, essendo questo il punto energetico che regola le nostre energie nel rapporto con la Terra ed anche con la materialità. Di conseguenza con il benessere economico.

E’ molto importante NON pronunciare mai le parole “crisi”, “povertà’”, “bisogno” ecc ecc nè la parola “contro” durante questi 21 giorni.

Ricordate non è una meditazione contro la crisi economica ma a favore del benessere economico e dell’equilibrio dell’abbondanza per tutti i popoli!

A questo punto non ci resta che invitare quanta più gente possibile ad unirsi a noi a partire da lunedì 21 maggio alle ore 19 e osservare con fede l’Ispirazione Divina che a partire da noi porterà miglioramento per l’intero globo.

Grazie Ti Amo!

Alex Di Maiojosaya - Maggy

________________________________________________

Comments (1)
mag
11

La 3° Dimensione se ne sta andando…

Posted by: | Comments (0)

 

La 3° Dimensione se ne sta andando…

Cosa intendiamo?

Mentre il 2012 sta’ passando, e’ urgente rivelare il seguente messaggio perche’ sta’ letteralmente finendo il tempo conosciuto come 3° Dimensione . In semplici termini il pensare, sentire e vivere nella 3° Dimensione si sta’ consumando e sparendo. Tutti noi, che lo vogliamo o no, ci stiamo spostando sulla 4° Dimensione di consapevolezza. E poi in seguito ci sposteremo sulla 5° Dimensione.

La maggior parte degli esseri sulla terra non sono consapevoli del tempo che stiamo vivendo e quindi non sono preparati adeguatamente, questo causera’ loro un grande sconforto purtroppo e non sarà piacevole per loro. Per coloro che sono pronti e che si sono preparati da tempo, invece sara’ un’esperienza piacevole e divertente. La ragione di questo messaggio e’ di prepararci a comprendere il cambio di coscienza e ad avere un’adeguata preparazione per facilitare il processo che, ripeto, comunque succedera’.

Parliamo di semplici attenzioni su come agiamo, su come agire sui nostri pensieri ed emozioni, chiunque può ampliare la propria coscienza, effettuare il salto di coscienza. Se non sai cosa siano le dimensioni , tranquillo non sei il solo. La maggior parte di noi gioca il gioco della vita senza un manuale che spieghi quali sono le regole del gioco, per giocare con successo e in piena tranquillità. Questo articolo informa su quali sono le regole di base, e spiega cosa sono la 3°, la 4° e la 5° Dimensione.

Se comprendi come giocare e la struttura delle Dimensioni puoi vivere agevolmente fra esse senza sforzi o tensioni, che purtroppo sono il pane quotidiano nelle nostre vite.

Per prima cosa definiamo cosa non sono le Dimensioni.

Le Dimensioni non sono dei luoghi, non sono in progressione 3,4,5,6, non sono delle pareti intorno a noi ne’ una sedia su cui sederci, o la stessa terra. Tutto questo e’ FORMA ed esiste solo sulla 3° D e lo sarà dominante anche sulla 4° D, quando la 3° D sparira’.

In generale le Dimensioni sono degli stati di coscienza disponibili e percepibili a chiunque vibra in risonanza con esse come frequenza e opportunità offerte. Si puo’ definire e pensare a ciascuna Dimensione come un ambito di gioco con sue peculiari regole di gioco su cosa sia possibile per gli esseri che decidono di giocarlo sullo stesso piano.

CHE COSA E’ LA 3° DIMENSIONE

La 3° D e’ una scatola con rigide credenze e relativamente inflessibili regole di gioco e limitazioni. La maggior parte di noi ha vissuto e giocato questo gioco a lungo, quindi abbiamo rafforzata la convinzione che quello sia l’unico gioco possibile, fatto di battaglie, di sforzi per avere successo, per distinguersi sugli altri, per lottare e sopravvivere. Ma nulla di cio’ e’ verita’. Uno dei principi piu’ rigidi che strutturano le nostre vite, il nostro pensare, sentire e agire e’ il tempo lineare. Il tempo lineare e’ una struttura di pensiero che ci fa percepire l’ essere nel passato, nel futuro e poi alla fine si muore. Tutto cio’ e’ percepito dalla mente come un percorso lineare, con un’ inizio e una fine, pensiamo di essere su un treno che si muove nel tempo. Il problema e’ che il tempo non esiste e che in realta’ le rotaie non vanno da un punto all’ altro ma girano intorno ricongiungendosi in un cerchio senza un inizio e una fine. Poiche’ questa credenza e’ un assunto di miglioni di persone allora tendiamo a credere che questa sia la sola realtà ed agiamo su questo scenario.

Ora però è tempo di uscire da queste false credenze, come comprenderai via via che avrai più consapevolezza, che la 3° D e’ un salto di coscienza, in altre parole, nollo stato di coscienza in cui ti trovi ora, ciò che pensi sia il passato è ciò su cui poni l’attenzione ora, e quindi il tuo futuro è una proiezione del tuo passato, quindi ripeti sempre la stessa struttura o scenario del gioco e quindi fai sempre la stessa esperienza.

Quindi la 3° D è una percezione limitata, mentre se vivi la stessa esperienza sulla 4° o 5° D e via via su Dimensioni superiori sarà enormemente appagante perchè avrai aperto il tuo orizzonte.

Tutto è limitato nella 3° D e condizionato. Il concetto di Amore Incondizionato per esempio non può esistere sulla 3° D. Se sperimenti amore incondizionato e pace interiore significa che sei gia’ sulla 4° D. Comprenderai allora che cio’ che percepisci nella tua vita e’ 3° D e la maggior parte degli individui sono e stanno vivendo in 3° D. La 3° D non offre scelta, non scegliamo cosa pensare sentire o agire, quest’ultima è una preprogativa della 4° D e 5° D. Nella 3° D reagiamo in base a credenze inconscie che ci presentano delle situazioni senza poterle scegliere, cio’ rende la vita un inferno di ansia e paure, dato che non possiamo prevedere cio’ che ci accade.

La Dualità è un’altra struttura rigida della 3° D, tutto deve avere un contrario, sopra sotto, bianco e nero, buono e cattivo ecc. Il giudizio incoscio domina la 3° D, in piu’ percepiamo la 3° D essenzialmente con il cervello sinistro o logico, il cervello razionale utilizza solo il 5 – 10 % delle proprietà del cervello, che è quello che ci serve per giocare sulla 3° D, il restante 85 % del cervello rimane un mistero su come funziona e a cosa serve. In realtà l’ 85% di cio’ che non usiamo nella 3°D serve per avere l’accesso alla 4° e 5° D e alla percezione delle energie superiori. Abbiamo già in noi tutto il potenziale biochimico e energetic per avere coscienza delle energie superiori e per poter interagire con esse. Ma l’ abitudine di vivere nella 3° D ci tiene chiusi.L’ emisfero sinistro sà cio’ che sà e non sà cio’ che non sà. E continuamente riafferma

la sua percezione tenedoci dentro alla percezione nella 3° D. L’ aumento di Luce, Energia e frequenza del cambio che stiamo vivendo, sta cambiando e modificando anche il nostro cervello dandoci molte informazioni; queste meravigliose energie ci stanno preparando al salto di coscienza per percepire la 4° e la 5° D, e stanno rimuovendo le strutture limitanti della 3° D. Anche se non ce ne rendiamo conto
una nuova coscinza si stà facendo strada e spazzando via i vecchi poteri costituiti sull’ egoismo e sulla prevaricazione.

ALLORA COSA E’ LA 4 DIMENSIONE?

La regola della 4° D provvede a darci più confidenza, fiducia e coraggio rispetto alle energie della 3°D. Il tempo nella 4°D è il qui e ora, il focus è in ogni momento. I nostri corpi fisici conoscono solo il tempo presente, non conoscono il passato e il futuro, anche se possono mantenere memorie legate al dolore fisico ed emozionale. Quindi il corpo fisico non ha bisogno di adattarsi, è già nella 4° D . Quando l’ attenzione è al presente sciegliere diventa normale e possibile. Nella 4° D diventiamo osservatori delle situazioni, con senso di distacco da cio’ che ci circonda, ci interessiamo solo per informazione e possiamo quindi scegliere su come rispondere alle situazioni. Un concetto chiamato Paradosso, diventa possibile, il Paradosso significa che una situazione può essere vera ora e non più vera due minuti dopo o viceversa. Ciò significa che non operiamo più secondo schemi precisi stabiliti, ma scegliamo l’ opportunità del momento in base alla risonanza energetico – vibrazionale della situazione in quell preciso momento.

E’ interessante notare che la coscinza nella 4°D non è una dimensione definitiva e non ci servirà per molto, la 4° D serve come passo necessario ma breve per passare alla 5° D che è l’obiettivo della Terra e dei suoi abitanti. Gli Arcangeli affermano che la Terra entrerà nella 5° D nel 2015. E’ essenziale passare per l’esperienza della coscienza nella 4° D per poterci preparare alla 5° D e imparare a dominare i nostri pensieri e le nostre emozioni che sono parte del bagaglio della 3° D e che dobbiamo necessariamente lasciarci alle spalle.

CHE COSA E’ LA 5 DIMENSIONE

La 5° D funziona in modo molto differente dalla 3° e 4° D. Il tempo, nella 5° D, è istantaneo, cioe’ tutte le possibilita’ succedono simultaneamente nello stesso posto. Nella 5° D dove poniamo l’ attenzione accade! Chiedi e ti sara’ dato.

Nella 5° D non esiste lo sforzo, tutto si realizza in base al nostro focus concentrato su una frequenza vibratoria. Nella 5° D non si crea in base alla forma ma in base alla luce,a i suoni, ai colori e alle forme geometriche. Coscintemente interagiamo con il Creatore e con gli Esseri di Luce. Su queste alte frequenze la mente razionale non agisce se non marginalmente per sostenere in vita il corpo fisico.

Ritorno sul concetto che prima bisogna diventare Maestri della 4° D, come facciamo?

Come prima descritto il tempo nella 4° D è nel presente, il tempo presente ha Quattro livelli. Nel 2010 siamo passati al terzo livello, mentre ci avviciniamo alla fine del 2012 passeremo sul quarto e ultimo livello, su quel livello quando pensiamo” Voglio una mela “ essa compare nella nostra mano. Tutti si eccitano quando affermo questo concetto, ma è necessario essere Maestri delle nostre emozioni e pensieri, chi rimaniamo nella mente della 3° D che va dal passatro al presente al futuro si preoccupa, si spaventa non può fare il salto di coscienza.

La maggior parte delle persone non sono preparate a governare i propri pensieri e le proprie emozioni, tuttavia non c’è’ scelta perchè ci stiamo comunque spostando sulla 4° D e quello che succederà è che le persone non preparate al salto di coscinza impazziranno, avranno le loro paure amplificate, e non sarà piacevole per loro. Una delle ragioni per cui è stata creata la 3° D è che dovevamo padroneggiare il gioco dell’illusione della dualità, sicchè molte persone sono frustrate perchè i loro desideri non si realizzano, nonostante siamo tutti creativi, ebbene la ragione stà nel fatto che nella 3° D è stato creato un ritardo tra il pensiero e la realizzazione del desiderio, sappiate che durante il 2012 questo ritardo diventerà sempre piu’ sottile, a causa delle intense energie, per cui sarà molto piu’ facile realizzare i nostri desideri, sempre se manteniamo il focus su di essi.

Per fortuna abbiamo semplici aiuti per poter essere Maestri dei nostri pensieri ed emozioni, preparandoci a questa meravigliosa convergenza di possibilità che ci permetterà di creare consapevolmente la nsotra vita nel tempo presente delle Dimensioni Superiori.

PERMETTI AL CAMBIAMENTO DI COSCIENZA DI RIPULIRE PENSIERI ED EMOZIONI INCOSCIE NEGATIVE.

In termini semplici il cambiamento usa un’onda di energia per ripulire ciò che non siamo e un’ altra onda di energia per ricordarci cosa siamo in realtà. Il cambiamento di coscinza è intelligente e sa dove immagaziniamo abitudini inconscie ed emozioni non necessarie e la Luce e I codici energetici ci stanno pulendo tutte le forme pensiero non necessarie. Tuttavia la pulizia delle forme pensiero comporta che vengano in superficie affinche la nostra coscienza le veda e le riconosca, e di conseguenza magnetizziamo persone e situazioni che fungono da specchio perchè le possiamo vedere.

Come si fa a padroneggiare queste forme caotiche?

Permettiamo che si manifestino e rimaniamo semplicemente a guardare, con senso di distacco, sapendo che si palesano solo per essere pulite, una volta che si palesano sono anche scomparse e non ritorneranno più. Ma se le tieni e ti perdi a lamentarti e a disperarti perchè ti accade, sentendoti colpevole, allora non si ripuliranno e per te sarà un bell’ inferno perchè rimarrai incastrato.

Ricorda sempre che ciò che accade non ti appartiene, quando succede fai due respiri profondi va a fare una passeggiata, ascolta musica e mantieni i pensieri su alte vibrazioni.

COMPRENDERE LE VIBRAZIONI BASSE E ALTE DELLA 4° DIMENSIONE

Per semplificare un altro aspetto importante del cambio di coscinza, immagina che la 4° D sia in due parti, una a bassa vibrazione e una ad alta vibrazione (Non è tecnicamente vero tuttavia serve per comprendere meglio). Come si diceva prima la 3° D sparirà, vedremo ancora gli alberi, l’ erba e le automobili, ma spariranno la paura , il giudizio, il senso di colpa e la vergogna, il concetto di giusto e sbagliato; spariranno tutte queste dense energie emozionali che sono le sole a trattenerci dal vivere nelle dimensioni superiori, spariranno dalla nostra percezione.

Tuttavia tutto dipende dalla vibrazione dei tuoi pensieri, se essi saranno calibrati sulla 3° D ti ritroverai a vibrare nella 4° D bassa, o se sceglierai di pensare secondo la vibrazione nella 4° D alta. La 4° D bassa è la dimensione astrale, o spazio del sogno, che trattiene tutti i pensieri della 4° D bassa e quindi della 3° D. Comprenderai che i pensieri non spariscono dopo che sono stati creati, continuano a
vivere in forma vibratoria nello spazio o dimensione 4° D bassa con specifica vibrazione, peso, tessitura, e densità emotive. Non solo ma tendono ad aggregarsi a pensieri dello stesso tipo vibratorio, creando delle egregore o masse dense. Pensieri come dominazione, schiavitu’, Guerra, conflitto, odio, li percepiamo come pesanti, scuri e appiccicosi. Pensieri invece come i bambini che giocano, la primavera con i fiori
che si schiudono, gioia interiore, amore e bellezza, sono molto leggeri e piacevoli. Dobbiamo quindi forzare noi stessi ad uscire dall’ ambito della 3° D!

Se pronunciamo Bellezza, nel linguaggio della 4° D bassa rappresenta qualcosa o qualcuno o un oggetto bello nel senso della sua forma; se usciamo dalla 4° D bassa e viviamo intensamente la Bellezza allora siamo sulla 4° D superiore.

Vivere da Maestri della 4° D alta significa avere dei pensieri leggeri che escono dal cuore, e di vivere intensamente il pensiero di bellezza e di amore. Noterete che pensieri come “ Non sono adatto” “ non sono capace” tendono a rimanere a lungo nello spazio di coscienza della 3° D, cio’ accade perche’ i pensieri emotivi negativi sono magnetici. Mentre parole leggere come amore, luce, fiore, grazioso sono volatili e leggeri. Il magnetismo delle emozioni negative è pesante perchè queste si attaccano e amplificano con i pensieri dello stesso tipo nella 3° D e diventano pericolosi e pesanti. Noi siamo tutti perfettamente capaci di vivere la vita, di amare e di sostenerci nell’ abbondanza.

Penso che hai compreso ora quanto sia importante l’ avere sempre pensieri di amore e ad alta vibrazione. Per fortuna la seconda onda di energie servirà a pulire molti pensieri pesanti e renderà sempre più facile ancorarsi a pensieri di bellezza e di amore. La luce ci stà trasformando e con un piccolo sforzo da parte nostra renderà facile il separarsi da queste dense energie e ritrovare la nostra vera identità, rendendo sempre più difficile riconoscersi con energie basse e dense.

Cominciamo a vivere allineati al nostro cuore, perchè è questo il nostro vero essere, l’ allineamento con dimensioni della 5°, 6° e 7° D. Dobbiamo però prestare attenzione a ciò che la mente produce, il giudizio, la negazione, la vergogna, il risentimento, l’odio, diventano come zavorra, su un Pallone aerostatico, ci limitano sul dove dobbiamo andare. Ciascuno di noi è responsabile al 100 % del processo, Piu’ peso togliamo con vibrazione bassa attraverso i nostri pensieri, opere, ed emozioni e più alta sarà la vibrazione che la Madre terra potrà incorporare e più facile sarà per tutti di elevarci a Dimensioni superiori, aprire i nostri cuori, le nostre menti e la nostra coscienza. Nella 4° D superiore puoi scegliere la paura o le preoccupazioni, e lasciarle andare nella 4° D inferiore. E’ un processo naturael e spontaneo, che ci appartiene per grazia Divina di nascita. Fino a questo momento il centro della tua testa era il posto dove la tua attenzione raccoglieva i pensieri degli altri, che vivono intorno a te, ora è il tempo dove riprendi il controllo della tua vita, e ponendo l’ attenzione al momento presente puoi scegliere bellezza, capacità, amore e benessere. Vibrando in modo semplice e facile, automaticcamente ciò pulirà le emozioni e pensieri pesanti dal tuo essere. Scegli una parola graziosa ogni giorno e vivi intensamente con essa, sentila e percepiscila continuamente.

Presto diventerà una piacevole abitudine che riempirà la tua testa di vibrazioni alte. Ti allineerai con il tuo sè superiore e la tua anima che risiede nel tuo cuore, e cioè la pienezza del tuo essere IO SONO. Semplice no? Ciò richiede l’attenzione e la scelta nel tempo presente? Assolutamente!

Pensi che stando seduto a guardare e sperando, qualcosa succeda la fuori ? NO!

Un enorme flusso di luce magnetica ci stà inondando ora! Dalle Dimensioni superiori Molte persone non saranno in grado di sopportale e decideranno di uscire dai loro corpi . E molti seguiranno man mano che le vibrazioni aumenteranno . Come vedi tutti ci stiamo spostando sulla 4° e 5° D ma non tutti lo faranno con semplicità e fluidità, nello stesso tempo.

Tu, Cosa scelgli di fare?

Tante Benedizioni

Dalla traduzione di Giorgio Capuzzo dal sito http://lightworkers.org/

Puoi aggiungere il tuo commento nella sezione qui sotto

 macrolibrarsi un circuito per lettori senza limiti
apr
11

Feed back of Change your Life

Posted by: | Comments (0)

 

Feed Back

“Change your life”

24 Marzo 2012

Zelarino – Venezia

** domanda**  

Cosa ti ha spinto a partecipare a questo Seminario?

Alcune delle risposte …

  • Torno volentieri qui oggi ad assistere al nuovo appuntamento con Andrea Frittajon perchè è un ulteriore opportunità che mi viene data di Crescita ed Approfondimento di tematiche che hanno a che fare con il nostro animo, il nostro Spirito e le componenti della nostra vita quotidiana;


  • Da un pò di tempo partecipo agli incontri tenuti da Andrea Frittajon perchè, in qualche modo, cresco ed ho l’opportunità di trovarmi con altre persone che cercano di conoscersi più a fondo;


  • E’ la prima volta che partecipo agli incontri organizzati da CoCreation, la prima volta che incontro Andrea Frittajon, sono stato attirato dal titolo del Seminario, dalla tematica proposta, che mi ha incoriosito tantissimo. Lascio poi all’evolversi della giornata, non mi sono posto nè limiti iniziali nè limiti finali;


  • Mi trovo qui oggi perchè conosco questo gruppo, non è la prima volta che partecipo agli incontri di Andrea Frittajon e l’argomento di oggi mi sembra molto interessante;


  • E’ la seconda volta che partecipo a questi incontri con spirito di avventura e scoperta interiore;


  • Non è la prima volta che partecipo agli incontri organizzati da CoCreation e tenuti da Andrea Frittajon ed ogni volta mi porto a casa qualcosa in più che mi fa riflettere e mi fa crescere; per questo continuo con piacere il percorso di ricerca con Andrea


  • Seguo da molto il sito ilfidimaggy ed oggi mi trovo qui soprattutto spinta dalla curiosità della tematica;


  • Seguo le attività di Sonia e de ilfilodimaggy, oggi assisto per la prima volta all’incontro di Andra Frittajon e vediamo cosa mi porterò a casa oggi…;


  • Vengo da un paesino della provincia di Vicenza, voglio godermi questa esperienza lasciando ogni porta aperta….


  • Eì la prima volta che partecipo ai vostri incontri, sono entrato in contatto con Sonia e mi sono iscritto a questo seminario perchè sono interessato a tutto ciò che riguarda la motivazione;


  • Partecipo a questo incontro per apprendere qualcosa in più che allarghi la mia mente.


  • Vengo a questi incontri ascoltando poi come influiscono sui miei stati d’animo e anche perchè ho fiducia in Andrea e Sonia, nelle loro attività.


Mi Presento…

Mi chiamo Andrea Frittajon, ho 60 anni, nonno di 5 nipoti, ho 3 figli, è da molto che teniamo incontri sul senso della vita e sulla conoscenza interiore per meglio comprendere come siamo fatti. Il motivo per cui mi trovo qui è che voglio condividere con voi una serie di riflessioni che non sono completamente nuove ma una cosa è fare delle considerazioni a livello personale sulle proprie esperienze, altra cosa è condividerle con gli altri, fermandosi un attimo, prendendosi del tempo e cercare di vivere un pomeriggio in modo diverso, all’insegna di una riflessione collettiva. Ci porteremo a casa appunto delle nuove riflessioni sul senso della vita, su come siamo fatti e sul come possiamo rendere la nostra vita migliore o quanto meno migliorarne la sua Percezione.

 

Cosa ci siamo portati a casa…

  • Sono molto soddisfatta del lavoro fatto oggi insieme, mi sono sentita coinvolta, mi porto a casa tanti spunti, in particolare comprendo che non c’è alternativa, dobbiamo crescere..


  • Mi porto a casa la consapevolezza che sto impiegando le mie energie nella direzione ottimale verso il miglioramento personale..


  • Mi sento rigenerato, mi porto a casa una porta aperta..


  • Ho due grandi obiettivi e l’incontro di oggi mi è stato utile per andare incontro a questi..


  • Mi porto a casa maggiore chiarezza…


  • Mi porto a casa un meraviglioso pomeriggio e nuovi dati da elaborare che metabolizzerò nel tempo…


  • Mi porto a casa la consapevolezza di risorse che non pensavamo di avere…


  • Sento che la strada verso il miglioramento è ancora tortuosa per me..


  • Le informazioni che mi sono arrivate sono veramente tante e preziose, cercherò di metabolizzare pian piano.. oggi mi sono reso conto che non sono solo nel percorso di crescita personale. Sono felice di essere tra coloro che si mette in gioco, in discussione e che ha voglia di migliorarsi.


  • Mi rendo conto che dovrei essere un pò più determinato e disciplinato in questo percorso di crescita personale e che ho un grosso passo da compiere: l’Accettazione.


  • Questo incontro ha dato nuova energia al cammino già iniziato..


  • Mi porto a casa la consapevolezza che ci sono tante opportunità che spesso non riusciamo a cogliere, che possono migliorare la nostra vita.


Colgo l’occasione per ringraziare tutti i partecipanti, per i feed back che ci hanno lasciato; Andrea Frittajon per la sua preziosa conduzione e la CoCreationProEvolution per l’organizzazione dell’evento.

Maggy

www.ilfilodimaggy.it


feb
18

AutoDisciplina: una Sfida

Posted by: | Comments (0)

Un passo verso il Cambiamento

Una grande sfida

AutoDisciplina

Sai … quando ti chiedi: “perchè mi trovo ad affrontare questa sfida….?”

Mi trovo ad affrontare una cosa difficile per me, non sò come fare, non sò da dove cominciare, solo per un motivo mi trovo ad affrontare questa cosa: Perchè quando ho ricevuto l’invito a fare questa cosa, ho detto “SI”.
“VOGLIO FARLA, VOGLIO PARTECIPARE..”

Per entrare in una gara, in una sfida, la prima cosa che dobbiamo volere è PARTECIPARE..

Lo sportivo non si accontenta di partcipare; all’inizio si, vuol partecipare.. e come lo sportivo anche noi poi, quando siamo in gara non vogliamo solo partecipare, vogliamo riuscire alla grande, protendiamo verso la vittoria della gara…

Quando partecipi a una gara e non vinci, poco ti consola che ti dicano: “non essere deluso, l’importante è partecipare, non vincere”

Perchè dentro di noi, sentiamo un profondo desiderio di vittoria, di riuscire in quello che stiamo facendo ed anche in modo eccellente.. non discreto..
Per riuscire è vero che dobbiamo essere disposti anche a cadere, a fare delle figuracce..
Lo sai.. chi non partecipa di sicuro non ne fa di figuracce, ma non si allena, rimane allo stesso livello: “in panchina” .. resta a guardare..
Quando sei disposto a fare figuracce, sei disposto a crescere.. sei disposto a metterti in gioco, ad andare oltre i limiti di cui ti eri convinto di avere fino a ieri, sei disposto a credere nelle tue capacità perchè, dentro di te, c’è una forza che non puoi più ignorare..
Quando inizi a scoprire te stesso, senti la necessità di nutrire il tuo “Sè” come il tuo corpo ti chiede di sfamarlo, dissetarlo, curarlo…e non puoi più farne a meno altrimenti moriresti piano piano..

Quindi PUNTO 1..

Per Riuscire alla grande in una gara o in una sfida (come la sfida della vita) devi Essere disposto a RIMETTERCI LA FACCIA, a metterti in gioco rischiando anche di cadere

L’agonista è lo sportivo impegnato che è disposto ad autodisciplinarsi RINUNCIANDO a ciò a cui non rinuncerebbe l’individuo comune.. quelle che normalmente percepiamo come rinunce, si trasformano in opportunità, opportunità per vincere, per crescere, per andare oltre i nostri limiti apparenti..
Hai una vaga idea di come sale la tua autostima ed il tuo entusiasmo quando raggiungi l’obiettivo e ti prepari ad affrontare quello successivo, la tua convinzione si trasforma in:

CE LA POSSO FARE…

Quindi PUNTO 2..

Per Riuscire, per poter RAGGIUNGERE IL TUO OBIETTIVO, devi essere disposto a RINUNCIARE A QUALCOSA e ben presto la tua PERCEZIONE DI RINUNCIA si TRASFORMA in PERCEZIONE DI OPPORTUNITA’

Pensa a come ti senti quando sei disposto a dire SI ancora quando non sai esattamente come farai per riuscirci.. questa è una credenza potenziante.
Quante volte ci capita di sentire che le forze vengono meno, come per lo sportivo in una gara, così per l’essere umano nella vita, ma sai che devi andare avanti..è così importante andare oltre i nostri limiti (o quelli che consideriamo tali) perchè nel profondo qualcosa ci dice che vogliamo fare la differenza, vogliamo ascoltare e rispettare la nostra essenza, che ci manda i segnali affinchè impariamo a consapevolizzare sempre più CHI SIAMO

Il maestro in noi è questo

I VINCITORI non sono come gli altri, i vincitori sono delle aquile,  le aquile non volano con i piccioni.. le aquile volano molto in alto, spesso da sole, ma vedono tutto, riescono ad avere una percezione globale, allargata.

A proposito di piccioni, come loro volano tutti assieme.. anche noi spesso seguiamo la massa.. uno dice: “andiamo in discoteca” e gli altri: “si dai… andiamo tutti in discoteca..”  e tutti in gruppo in discoteca..
Quando chiedi a queste persone: “perchè lo fai?” e ti rispondono: “perchè lo fanno tutti” (come dire: “che c’è di strano?”)
Attenzione, non voglio certo darti del “piccione”, voglio solo suggerire di riflettere su quanto accade in questi casi e quale effetto può procurare su di noi quando facciamo i “piccioni” ovvero quello di annullarci.

A questo punto, c’è qualcosa dentro di te che ti dice: ” Tu non sei Tutti, quindi PIANTALA di fare tutto ciò che fa la massa”. Non ti accorgi che puoi fare la differenza? C’è bisogno di te, c’è bisogno di esseri umani che facciano la differenza e non è un concetto anticonformista…

E quando pensavi che tutto ciò che facevi fosse normale.. ebbene quella voce giunge a dirti: “allora, ora te lo dico con tutta la mia forza che tu NON SEI UN NUMERO, non sei ciò che, come un luogo comune, viene considerato “NORMALE”, te lo dico perchè ti amo.. e sai perchè? …hai uno spirito divino in te, TU SEI UN ESSERE DIVINO e come tale TU PUOI…..Esprimere, Osare, Essere, Trasmettere, Trasformare, Creare, Concepire il Tutto. Tu Hai qualcosa da dire agli altri, hai qualcosa di importante da fare, da trasmettere ….. nutrire gli altri è nutrire te stessa/o.

Quella voce interna aspetta solo che tu dica una parola sola: “SI”

o vuoi continuare a dirti:
- “sono giovane, non so come fare questo, come riuscirci”
oppure
- “sono vecchio oramai per dedicarmi a questo, non ho le forze..”
- “non so da dove iniziare”
- “non ho abbastanza conoscenza riguardo a questa cosa..”

Allora, dopo che hai detto SI ancora quella forza interiore ti chiede:

“vuoi esserci da partecipante o da protagonista?”

poi ancora ti dice:

“Non perdere il tuo tempo, rispetta te stesso, la tua missione ORA

Quindi PUNTO 3..

dico “SI” partecipo da PROTAGONISTA

Cosa fare innanzitutto?

AutoDisciplinarSI

Segui questo breve video sull’AutoDisciplina

ora ti auguro un’ottima gara, una serena sfida con te stesso e con la vita

Un sincero abbraccio

Sonia Maggy

Scrivi le tue osservazioni sull’argomento semplicemente compilando i campi sottostanti, puoi allegare anche il tuo documento (file immagine, testo o altro)

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Acconsento al trattamento dei dati personali nel rispetto del Codice
in materia di protezione dei dati personali (D.Lgs. 196/2003)

Inserire questo codice di verifica
captcha

oppure, condividi con tutti i lettori le tue osservazioni scrivendo nella sezione commenti, sotto questo articolo (la sezione commenti compare quando clicchi sul titolo dell’ articolo, e ti posizioni in calce allo stesso)

Profonda gratitudine per la tua partecipazione e collaborazione al percorso di crescita e miglioramento personale di ognuno di noi.

Articoli correlati – Buona lettura:

“Change Your Life” Live Seminar

21 giorni senza lamentarsi

Sei un Brontolone?

I 7 Passi per una SFIDA chiara-semplice-divertente

nov
27

La Vita

Posted by: | Comments (0)

“Com’è imbarazzante aver voluto imporre a qualcuno i miei desideri, pur sapendo che i tempi non erano maturi e la persona non era pronta, anche se quella persona ero io. Oggi so che questo si chiama “rispetto“.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di desiderare un’altra vita e mi sono accorto che tutto ciò che mi circonda è un invito a crescere. Oggi so che questo si chiama “maturità“…

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho capito di trovarmi sempre ed in ogni occasione al posto giusto nel momento giusto e che tutto quello che succede va bene. Da allora ho potuto stare tranquillo. Oggi so che questo si chiama “stare in pace con se stessi“.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di privarmi del mio tempo libero e di concepire progetti grandiosi per il futuro. Oggi faccio solo ciò che mi procura gioia e divertimento, ciò che amo e che mi fa ridere, a modo mio e con i miei ritmi. Oggi so che questo si chiama “sincerità“.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono liberato di tutto ciò che non mi faceva del bene: persone, cose, situazioni e tutto ciò che mi tirava verso il basso allontanandomi da me stesso… all’inizio lo chiamavo “sano egoismo“… ma oggi so che questo è “amore di sé“.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, ho smesso di voler avere sempre ragione. E così ho commesso meno errori. Oggi mi sono reso conto che questo si chiama “semplicità“.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono rifiutato di vivere nel passato e di preoccuparmi del mio futuro. Ora vivo di più nel momento presente, in cui tutto ha un luogo. È la mia condizione di vita quotidiana e la chiamo “perfezione“.

Quando ho cominciato ad amarmi davvero, mi sono reso conto che il mio pensiero può rendermi miserabile e malato. Ma quando ho chiamato a raccolta le energie del mio cuore, l’intelletto è diventato un compagno importante. Oggi a questa unione do il nome di “saggezza interiore“. Non dobbiamo continuare a temere i contrasti, i conflitti e i problemi con noi stessi e con gli altri perché perfino le stelle, a volte, si scontrano fra loro dando origine a nuovi mondi. Oggi so che tutto questo è “la vita”.

 Charlie Chaplin

Il Libro della Saggezza Interiore
99 Storie intorno all’uomo